In Waze si festeggia il Tim Cook Day ma Apple non deve essere orgogliosa

Da piccola startup per mappe e navigazione, Waze ha creato una grande piattaforma con mappe, dati e informazioni condivisi dagli utenti. Il Ceo di Waze spiega perché i dipendenti della società festeggiano da anni il Tim Cook Day, una giornata speciale per celebrare uno dei cambiamenti più importanti della società

Non tutti lo sanno, ma Waze, navigatore acquistato da Google, deve gran parte del suo successo ad Apple. E’ il CEO della società, Norm Bardin, a ricordare quel giorno. Il giorno in cui cambiò tutto. Il Tim Cook day.

In pochi anni la giovane startup è passata dall’essere un piccolo nome, ad essere una grande società, tra i migliori GPS per iPhone e smartphone. Nel 2012 Apple Maps muoveva i suoi primi passi nel palcoscenico, ma sin dall’inizio non mancarono lamentele da parte dell’utenza, e bug evidenti al servizio. Talmente tanto era il malcontento generato, che lo stesso Tim Cook si trovò costretto, in una lettera aperta, ad evidenziare le alternative agli utenti: tra queste menzionò proprio Waze, accanto a Bing e MapQuest.

Waze, il navigatore Google che deve tutto ad Apple

Da quel giorno, spiega il CEO di Waze a Business Insider, cambiò tutto. Da quel suggerimento, evidentemente colto dall’utenza, le cose iniziarono a prendere il ritmo giusto, con il successo suggellato dall’acquisizione nel 2013 da parte di Google, per una cifra di circa 1 miliardo di dollari.

Waze non ha dimenticato il giorno della lettera aperta di Tim Cook, e come potrebbe mai farlo. E’ una giornata, spiega il CEO, che ancora oggi si celebra in azienda: si chiama il Tim Cook Day. Dall’esordio problematico Apple Mappe ha fatto tanta strada, in ogni senso: Cupertino ha investito moltissimo sulla propria piattaforma cartografica, migliorandola costantemente sotto ogni punto di vista.

Apple ha annunciato che sta ricostruendo da zero il servizio, ora raccogliendo anche direttamente foto e dati, per offrire Mappe sempre più precise e dettagliate. Il processo di miglioramento richiede tempo e viene esteso gradualmente in nuove aree geografiche. Secondo alcuni test comparativi dove il rinnovo è già stato effettuato, in alcune aree degli USA, ora Apple Mappe sembra addirittura migliore dello storico Google Mappe.