iPhone 2019 fa bene alle casse di TSMC: record di fatturato

Prima ancora di arrivare sul mercato e del keynote Apple 10 settembre, i nuovi iPhone 2019 contribuiscono al notevole risultato positivo di TSMC che registra un record di fatturato in agosto

I nuovi iPhone 2019 devono ancora essere presentati e sono attesi nei negozi dal 20 settembre, in ogni caso gli smartphone di Apple in arrivo hanno già contribuito non poco al record di fatturato registrato da TSMC nel mese di agosto. La società di Taiwan è il principale costruttore a contratto di processori al mondo e unico fornitore di processore Apple Ax per Ciupertino.

Con la flessione del mercato smartphone globale e le tensioni commerciali USA Cina, le ultime trimestrali non sono state particolarmente brillanti, ma nel mese di agosto TSMC sorprende con un fatturato record di 3,4 miliardi di dollari. Un risultato che rappresenta una crescita di ben il 16,5% rispetto all’anno scorso, quindi alla vigilia del lancio di iPhone XS, XS Max e XR.

Secondo un report di pochi giorni fa Apple avrebbe ordinato la produzione di 65 milioni di iPhone 2019, stima considerata identica a quella dei terminali del 2018. Ora invece si parla di ordinativi di 75 milioni di pezzi per il periodo di lancio, totale che potrebbe arrivare fino a 80 milioni di terminali in base all’andamento dei preordini e della domanda di mercato.

Apple A13 per iPhone 2019 manderà in tilt le linee di produzione TSMC
Praticamente sempre in passato i risultati di TSMC sono stati analizzati per scoprire indizi sulle mosse di Apple in campo iPhone. Ricordiamo che ormai da anni il più grande costruttore di processori a contratto al mondo è l’unico a produrre i processore Apple AX che Cupertino impiega in iPhone, iPad e Apple TV.

Quest’anno però occorre tenere presenti due fattori. Anche se Apple rimane il principale cliente di TSMC, negli anni il costruttore ha diversificato il proprio business producendo CPU anche per AMD, MediaTek, HiSilicon, Qualcomm, Nvidia e numerosi altri marchi. Così il fatturato record di TSMC potrebbe essere dato anche da altre fonti e non solo da Apple A13 dei nuovi iPhone 11, iPhone Pro e iPhone Pro Max, questi i nomi attesi.

tsmcIn secondo luogo a partire da dicembre gli iPhone importati in USA dalla Cina saranno colpiti da un dazio del 15%. Per questa ragione è molto probabile che Cupertino abbia incrementato la produzione iniziale di lancio per accumulare scorte e ridurre il più possibile il maggio costo dovuto alle nuove tariffe introdotte dall’amministrazione Trump.

Per tutto quello che sappiamo su Apple A13 e anche sui nuovi iPhone 2019 rimandiamo ai rispettivi articoli di Macitynet. Qui invece trovate un approfondimento su tutte le novità attese in iPhone Pro.

Per conoscere “live” tutte le novità dei nuovi iPhone potete potete seguire i vari canali video Apple e la nostra pagina per la trascrizione in diretta di quanto verrà presentato a Cupertino a partire dalle 18.30. L’evento inizia alle 19.