iPhone 11, tutte le novità dell’iPhone economico del 2019

Apple la lanciato iPhone 11. È il successore, ad un prezzo più basso, di iPhone XR. Ecco tutte le novità raggruppate in un articolo

iPhone 11, tutto quello che sappiamo dell’iPhone XR del 2019

Apple ha lanciato oggi la gamma degli iPhone 2019. Tra di essi, assieme ad iPhone Pro, c’è anche anche il iPhone 11, il successore dell’iPhone XR, destinato a portare sulle spalle, come già accaduto proprio con iPhone XR, il peso della maggior parte delle vendite degli smartphone della Mela. Tra il 2018 e il 2019, infatti, è toccato proprio a questo modello il ruolo di protagonista, favorito d a un prezzo di ingresso interessante e da un favorevole rapporto tra prezzo e prestazioni. La nuova versione non differisce molto dalla precedente dl punto di vista funzionale ed estetico

Il nome: iPhone 11

Apple nel corso degli ultimi anni ha generato un po’ di confusione sui nomi che adotta per i suoi smartphone. Questo è accaduto dal momento in cui non ha proposto un iPhone 7s ma un iPhone 8 e lanciato contemporaneamente iPhone X. Saltato lo schema, lo scorso anno sono arrivati un iPhone XS e, appunto, un iPhone XR. Probabilmente anche il reparto marketing di Cupertino si è reso conto dei problemi di questa situazione quando si è messa a valutare i nomi di quest’anno. Un passo verso una sorta di normalizzazione si ha con un iPhone 11, successore di iPhone XR, accanto ad iPhone 11 Pro. In pratica non abbiamo iPhone 9 né iPhone 10 (al cui posto c’è iPhone X), ma la numerazione sembra essere ripresa

iPhone 11, il design

Apple in iPhone 11 non modifica in nulla il design del telefono. Tutto resta identico ad iPhone XR. Il retro è vetro rafforzato, come per iPhone 11 Pro, ma non c’è la finitura opaca, ha cornici ottimizzate e il bordo sottile. Unica novità  due colorazioni nuove: verde e lavanda. L’annuncio della conferenza stampa di presentazione degli iPhone, con i suoi color era stata del resto interpretata come una conferma delle colorazioni in arrivo. Ora, quindi, la gamma cromatica è la seguente: viola, verde, giallo, nero, bianco e PRODUCT(RED).

Da segnalare che iPhone 11 ha ottenuto il rating IP68 per la resistenza all’acqua fino a 2 metri per 30 minuti, ed è a prova di liquidi come caffè e altre bevande comuni.

iPhone 11, tutto quello che sappiamo dell’iPhone XR del 2019

Nuova posizione per il logo della mela

Una piccola curiosità estetica è nella posizione del logo Apple inciso sul retro, ora spostata al centro. In passato si era ipotizzato che lo spostamento in iPhone Pro avesse a che fare con la ricarica bilaterale, ma ora pare che questa funzione non sarà introdotta. Assieme allo spostamento del logo sparisce dal dorso anche il nome “iPhone”.

Caratteristiche tecniche

iPhone 11 dal punto di vista tecnico rispetto ad iPhone XR sta carse novità, così come accade con iPhone Pro rispetto ad iPhone XS.

Per un modello di fascia entry level non si è mai neppure parlato i 5G né di supporto per Apple Pencil. Per quanto riguarda la sparizione di 3D Touch, applicata ad iPhone Pro, per chi usa iPhone XR non è una novità. Era già stato sostituito da Aptic Touch che svolge la stessa funzione di 3D Touch semplicemente con un lungo tocco sul display (niente pressione a fondo).

Schermo dell’iPhone 11

Quanto al Display, Apple usa ancora un LCD. Si era vociferato di un passaggio all’OLED ma attualmente le quantità di queste componenti sono ancora abbastanza ridotte, per non dire del costo.  Viene adottato True Tone (che nei computer abbiamo visto sbarcare anche su MacBook Air).

Niente ricarica bilaterale

Per la gamma di iPhone 2019 si è parlato a lungo di ricarica wireless bilaterale. In pratica la parte posteriore degli iPhone 2019 avrebbe funzionato come una piattaforma di ricarica, Dobbiamo dire “avrebbe” perché pare proprio che questa funzione non c’è in iPhone 11 Pro e neppure in iPhone 11; del resto dubitiamo che sarebbe mai apparsa in un telefono come iPhone 11 che è destinato ad ottimizzare il listino (e i ricavi di Apple)

Processore A13

Negli iPhone 2019 è previsto il processore Apple A13. il chip è lo stesso di iPhone 11 Pro di cui diciamo largamente nell’altro articolo. Qui in sintesi vale la pena nottare che

  • Apple A13 è in grado di gestire, con una CPU e una GPU più rapide del 20% rispetto al chip A12.
  • È progettato per l’apprendimento automatico, con un Neural Engine più veloce per analizzare le foto e i video in tempo reale. ha un’architettura 8-core, è fino al 25% più veloce e fino al 30% più efficiente.
  • La CPU integra due nuovi acceleratori per l’apprendimento automatico.
  • Sfrutta nuovi Machine Learning Accelerators che permettono alla CPU di eseguire oltre 1000 miliardi di operazioni al secondo. 

Dal punto di vista delle prestazioni reali, Apple A13 chip dovrebbe avere sei core con prestazioni generali più o meno in linea con quelle di A12 (2.66 GHz contro gli attuali 2.49 GHz). La differenza sta nelle soluzioni tecniche introdotte da Apple visto che intorno ad A13 è costruito un SOC che è di fatto la piattaforma che gestisce praticamente tutte le funzioni del telefono e non solo quelle di puro calcolo.

Secondo, ad esempio, Bloomberg nel nuovo processore Apple A13 è presente un nuovo elemento denominato Matrix o AMX presumibilmente destinato al trattamento hardware di immagini e video, visto che il processore avrà importanti compiti nella gestione del comparto fotografico.

iPhone Pro tutto quello che sappiamo
Il processore di iPhone 11 è lo stesso di iPhone 11 Pro

Face ID

Apple in iPhone 11 Pro e iPhone 11 introducono novità anche per Face ID. Non si parla di cancellazione del notch, l’intaglio nero, ma dell’aumento dell’angolo di visione della fotocamera e dell’illuminatore. Questo consente ad iPhone 11 di sbloccarsi anche quando è sdraiato sulla scrivania; oggi Face ID ha bisogno di vedere il volto del proprietario registrato del telefono con una cerca inclinazione. La velocità di riconoscimento del volto dovrebbe essere aumentata fino al 30%

Fotocamera

Come in iPhone 11 Pro fotocamera è un elemento centrale dei nuovi iPhone. Nei modelli top di gamma, ossia quelli che sostituiranno XS e XS Max c’è una tripla fotocamera con sensore principale da 12 megapixel sul retro. In iPhone 11, invece, c’è una doppia fotocamera sul retro. Si tratta di un passo avanti rispetto alla singola che ha oggi.

Da segnalare che la doppia fotocamera, al contrario di quello che accadeva su iPhone XS o anche sui precedenti iPhone 7 e iPhone 8, non presenta uno zoom e un grandangolo, ma un grandangolo e ultra-grandangolo. Ecco le principali novità in sintesi

  • iPhone 11 permette di fare inquadrature quattro volte più ampie, l’ideale per i paesaggi o scene di architettura, primi piani e non solo
  • Il sensore e il processore insieme  rendono possibile la modalità Notte, che migliora le foto scattate in ambienti poco illuminati, sia all’aperto sia al chiuso.
  • Entrambe le fotocamere lavorano in sintonia per rendere possibile anche la modalità Ritratto per scatti non solo con persone, ma anche animali, oggetti e tanto altro ancora.
  • Smart HDR di nuova generazione usa un sistema evoluto di apprendimento automatico per acquisire immagini dall’aspetto più naturale
  • Deep Fusion (disponibile in autunno) è un nuovo sistema di elaborazione dell’immagine reso possibile dal Neural Engine del chip A13 Bionic. Usa l’apprendimento automatico evoluto per elaborare le foto pixel per pixel, ottimizzandone la texture, i dettagli e il rumore digitale in ogni punto.
  • Viene presentata anche una nuova interfaccia della fotocamera. Gli utenti possono vedere e catturare l’area al di fuori dell’inquadratura grazie al sistema a doppia fotocamera e al display all-screen.
  • QuickTake permette di girare facilmente video senza dover uscire dalla modalità Foto: per iniziare la registrazione basta tener premuto il pulsante di scatto.

la funzione scatto notturno di iPhone 11

Novità anche per la fotocamera frontale. La tecnologia TrueDepth è stata aggiornata con una nuova fotocamera da 12MP con campo visivo più ampio per cogliere più dettagli nei selfie, e lo Smart HDR di nuova generazione permette di scattare foto dall’aspetto più naturale. E i video selfie sono supportati con video 4K fino a 60fps e slow-motion a 120 fps.

Come in iPhone 11 Pro il video fa passi avanti con registrazione di video 4K con una gamma dinamica estesa e una stabilizzazione più efficiente. Anche qui abbiamo un campo visivo più ampio e un piano focale superiore.

Il sistema a doppia fotocamera permette agli utenti di fare zoom facilmente tra una fotocamera e l’altra, mentre con lo zoom audio anche il volume dell’audio aumenta a mano a mano che si avvicina l’inquadratura, per un effetto più dinamico. Sono presenti strumenti di video editing per ruotare, ritagliare, aumentare l’esposizione e applicare filtri all’istante

Prezzi e data d’uscita

iPhone 11 ha un prezzo più basso di quello di iPhone XR al lancio. L’ipotesi che abbiamo elaborato nelle scorse ore si è quindi dimostrata corretta anche se la differenza è minima: 50 euro per tutti i modelli

  • iPhone 11 64 GB – 839,00 euro
  • iPhone 11 128  GB – 889,00 euro
  • iPhone 11 256 GB – 1.009,00 euro

Quanto, invece, alla data di rilascio, bisogna guardare al 20 settembre. La prenotazione parte invece da venerdì 13 alle 14.