fbpx
Home Recensioni Recensione Amazfit Bip U, la versione moderna del primissimo Bip è servita

Recensione Amazfit Bip U, la versione moderna del primissimo Bip è servita

Se c’è uno smartwatch economico che, più degli altri, ha avuto un successo globale, quello è sicuramente Amazfit Bip. Dopo tanti anni il team ha finalmente dato nuova vita a questo prodotto, proponendo una nuova versione, chiamata Amazfit Bip U, in grado di ricordare il suo predecessore, in tutto, ma di migliorarne, e modernizzarne, tantissimi aspetti. Ecco il nuovo best buy nel settore dei fitness watch.

Dopo Amazfit Bip S, Bip S Lite, questo Bip U prende le distanze dai predecessori se si guarda al display: il prodotto abbandona il display transflettivo, che era la caratteristica distintiva della serie, per accogliere un display più tradizionale, a colori. Si tratta di un’unità TFT da 1,43 pollici, con risoluzione 320×302 pixel, protetto da Gorilla Glass 3.

Molto bello, ben visibile, e che offre tanto spazio per inserire numerose informazioni: le watch faces disponibili sono già tantissime, la maggior parte delle quali veramente valide e leggermente ispirate ad Apple Watch.

L’orologio richiama nel design quello dell’antenato, in tutto e per tutto, con la principale differenza nei bordi del display, che all’origine erano completamente squadrati, invece adesso risultano ricurvi. Il Bio U si fregia di un cinturino in silicone rimovibile da 20 mm, con una lunghezza regolabile tra 76 e 118 mm. E’ comodo, ancor di più di quello del primo Bip: sembra più leggero e delicato sulla pelle, non si sente neppure se indossato per tutto il giorno.

L’Amazfit Bip U è molto leggero, e pesa appena 31 grammi, il che lo rende comodo da indossare durante un allenamento e anche di notte per il monitoraggio del sonno. Il modulo principale è realizzato in policarbonato e le cinghie staccabili larghe 20 mm sono in silicone.

Come già accennato, Amazfit Bip U sfoggia un touchscreen a colori da 1,43 pollici, sotto il quale si trova il logo Amazfit, mentre sul lato destro è presente l’unico pulsante fisico. Questo offre un buon feedback e viene utilizzato per sbloccare lo smartwatch, riattivare lo schermo, tornare a un menu precedente, o mettere in pausa un allenamento.

Sul retro, oltre ai pin di ricarica, è presente il sensore ottico SpO2 e il BioTracker 2 PPG. A differenza del Bip S e del Bip S Lite, questi sono posti all’interno di una piastra circolare rialzata, che li aiuta a stabilire un corretto contatto con la pelle per misurazioni più accurate.

Da questo punto di vista teniamo a precisare che le misurazioni appaiono sempre verosimili e corrette se confrontate con tracker anche più costosi, ma non sono tra le più veloci. Proprio la misurazione dello stress tende ad essere molto faticosa, e molto spesso non viene effettuata: bisogna stringere oltre modo il cinturino e stare praticamente immobili.

Amazfit Bip U propone tutte le funzionalità che ci si aspetterebbe da un fitness watch. E’, anzitutto, un cardiofrequenzimetro in tempo reale, riesce a misurare il livello di ossigeno nel sangue. Addirittura propone un inedito monitoraggio dello stress, e gode di certificazione 5ATM.

Non manca il monitoraggio del sonno, quello del ciclo mestruale e, naturalmente, non manca il contapassi. Come da tradizione, però, l’orologio propone anche un aspetto smart dedicato alle notifiche: è possibile visualizzare e leggere le notifiche in entrata su smartphone, praticamente di tutte le app più utilizzate, anche se non sarà possibile rispondere in alcun modo, nemmeno con risposte pre impostate.

Schermo

L’Amazfit Bip U è dotato di un display a colori da 1,43 pollici, con una risoluzione di 320×302 pixel e protezione 2.5D Corning Gorilla Glass 3, con un buon rivestimento anti-impronta. Nonostante non sia transflettivo, la visibilità dello schermo TFT del Bip U all’aperto sotto una forte luce solare è abbastanza buona con una luminosità del 100%: ovviamente, da questo punto di vista lo schermo transflettivo dava il meglio di sé.

Lo schermo supporta 50 quadranti personalizzati tramite l’app Zepp (ex Amazfit) ma ne può tenere in memoria 4: uno di questi deve essere sacrificato e sovrascritto per poter inserire gli altri.

Software

Amazfit Bip U funziona con dispositivi Android e iOS abbinandolo tramite l’app Zepp, che può essere scaricata dai rispettivi app store gratuitamente.

L’app Zepp, nota in precedenza come Amazfit, nonostante il rebranding rimane la stessa. Purtroppo non è una notizia positiva, se si considera che risulta essere un po’ confusionaria, e non troppo intuitiva. Ci si dovrà fare l’abitudine prima di utilizzarla al meglio e con scioltezza.

Non solo, ci sono molti campi nell’app che non sono correlati al Bip U, ma sono comunque visibili senza alcun dato. Sembra, insomma, che il versante app non sia stat curato con la stessa dovizia che Amazfit mette nei suoi smartwatch, sempre perfetti da un punto di vista del design e del sistema operativo integrato.

Mentre l’app ufficiale Zepp rimane migliorabile, l’OS a personalizzato in esecuzione su Bip U è reattivo e ha un’interfaccia utente semplice e intuitiva, che si lascia utilizzare sin da subito senza alcun problema.

Amazfit Bip U funziona allo stesso modo di Bip S e Bip S Lite: uno scorrimento verso l’alto sulla schermata iniziale apre il Centro notifiche e uno scorrimento verso il basso apre il Centro di controllo, che fornisce un rapido accesso a funzioni come Non disturbare, Sveglia e Luminosità dello schermo. Ha anche una scorciatoia per le Impostazioni.

Scorrendo a sinistra o a destra sulla schermata iniziale si potrà accedere alle pagine Obiettivo attività, Frequenza cardiaca, PAI, Meteo e Controllo musica. E’ possibile riorganizzarne l’ordine e rimuoverne o aggiungerne nuovi elementi.

Prestazioni

Amazfit Bip U è dotato di funzioni di monitoraggio della frequenza cardiaca in tempo reale, misurazione del livello di ossigeno nel sangue, monitoraggio del sonno, monitoraggio dello stress e monitoraggio del ciclo mestruale per le donne. Supporta anche oltre 60 modalità sportive e dispone di avvisi di inattività.

Oltre alle funzioni per la salute e il fitness, Amazfit Bip U supporta le chiamate in arrivo e gli avvisi di notifica delle app e gode anche di funzioni di cronometro, timer per il conto alla rovescia, orologio mondiale, previsioni del tempo e controllo della fotocamera e della musica da polso.

Per il monitoraggio della frequenza cardiaca, Amazfit Bip U dispone di un sensore ottico biologico BioTracker 2 PPG integrato, che può misurare automaticamente la frequenza del battito a intervalli di 1, 5, 10 o 30 minuti.

A destra il Bip U, a sinistra il primo Amazfit Bip

Gode anche di un sensore SpO2, che come per lo stress a volte rifiuta di misurare il livello di ossigeno nel sangue: è necessario stringere bene il cinturino e rimanere pressoché immobili. Nel quotidiano vi capiterà di dover provare più volte prima di ottenere il responso.

Per quanto concerne, invece, il monitoraggio del sonno, Amazfit Bip U è pienamente promosso e il dato risulta accurato. Per quanto concerne il monitoraggio dello sport, sono presenti più 60 discipline sportive, tutte raggruppate in 10 categorie.

I dati dell’allenamento sono accessibili sullo smartwatch dal menu Cronologia allenamenti, insieme a una rappresentazione grafica della frequenza cardiaca. Purtroppo, a differenza del Bip S, il Bip U non ha GPS integrato, quindi sarà necessario mantenere lo smartwatch connesso allo smartphone se si desidera ottenere il monitoraggio del percorso.

Notifiche

Quanto alle notifiche, Il Bip U mostra un massimo di 10 notifiche alla volta e, come Bip S e Bip S Lite, non mostra le icone di tutte le app, così come non mostra alcuni caratteri speciali. Tuttavia, lo smartwatch consente di controllare le nuove notifiche durante un allenamento, ma non le si può eliminare, né controllare quelle più vecchie, che invece dovranno essere sfogliate da Centro notifiche.

Recensione Amazfit Bip U, la versione moderna del primissimo Bip è servita

Il Bip U avvisa anche delle chiamate in arrivo e consente di rifiutarle o disattivarle. Consente inoltre di rifiutare una chiamata e rispondere con un SMS. Tutto quello che si deve fare è scorrere verso l’alto sullo schermo dello smartwatch e selezionare una delle risposte preimpostate. E’ possibile modificare queste risposte o aggiungerne di nuove con un massimo di 140 caratteri.

Autonomia

L’Amazfit Bip U racchiude una batteria da 230 mAh, che secondo la società può offrire nove giorni di autonomia con watchface predefinita e intervallo di misurazione automatica della frequenza cardiaca impostato su 10 minuti. Il calcolo della società è fatto sulla base di 50 notifiche al giorno ricevute, 200 attivazioni dello schermo e una corsa giornaliera all’aperto per 30 minuti, con misurazione del livello di ossigeno nel sangue due volte al giorno

Bip U e Bip a confronto

Amazfit Bip U sembrap poter ripercorrere il successo del suo antenato, con funzionalità rinnovate e un display che mostra molte più informazioni a schermo. Peccato solo per l’assenza del GPS integrato, giustificata però dal prezzo: questo Bip U costa appena 50 euro. Consigliato a tutti coloro che desiderano indossarlo anche nel quotidiano e al di fuori delle attività sportive. Belle e complete le watchfaces presenti, da migliorare l’applicazione per smartphone, e la precisione nella misurazione Stress e ossigeno nel sangue.

Pro

  • Leggero e comodo
  • Schermo
  • Resistenza all’acqua 5ATM
  • Monitoraggio accurato del sonno
  • Watch faces

Contro

  • Gestione delle notifiche da migliorare
  • App iOS e Android
  • A volte non prende subito la misurazione Stress e SpO2

Potete acquistare Amazfit Bip U nella colorazione nera a 47,59 euro direttamente da qui applicando il codice sconto NEWUSERS.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,985FansMi piace
93,611FollowerSegui