Home Hi-Tech Android World Samsung si arrende: sospesa la produzione dei Galaxy Note 7

Samsung si arrende: sospesa la produzione dei Galaxy Note 7

Da Seoul si alza la bandiera bianca. Il Galaxy Note 7 non sarà più prodotto almeno fino a nuovo ordine. Lo riferisce l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap secondo la quale Samsung – in accordo con le autorità di Stati Uniti e Cina – avrebbe sospeso i lavori nelle linee di assemblaggio dei Galaxy Note 7.

La decisione arriva al culmine di una serie di problematiche che hanno colpito recentemente i dispositivi considerati “sicuri”. Quelli cioè che erano stati oggetto di modifiche per fare fronte all’increscioso caso dei terminali “esplosivi”.

Uno degli ultimi casi si è verificato nel Kentucky (ne parla qui The Verge): un uomo, Michael Klering, ha raccontato di essersi svegliato alle 4 del mattino a causa del forte odore di fumo che proveniva dal telefono. Più tardi si è recato in ospedale per via di una bronchite acuta che sarebbe stata causata dall’inalazione del fumo. “Il telefono era uno di quelli sostituiti” ha raccontato Klering all’emittente televisiva WKYT spiegando anche che il dispositivo non era collegato alla rete elettrica ma era semplicemente poggiato su una scrivania. Samsung avrebbe cercato di ottenere il dispositivo, spiegando di volerlo analizzare ai raggi x a spese dell’azienda. A complicare la questione, il fatto che l’uomo afferma di avere in precedenza contattato l’azienda e in un messaggio un portavoce lo avrebbe invitato a continuare a usare il dispositivo “per vedere se continuava a creare problemi”. Klering ha affermato che userà il messaggio per portare l’azienda in tribunale.

Un secondo dispositivo dell’ultima serie (anche questo quindi teoricamente sicuro) ha causato problemi su un volo Southwest e un terzo (sempre dell’ultima serie) inconvenienti simili a una ragazza del Minnesota che ha improvvisamente sentito il telefono scaldarsi e avvertito la sensazione di forte bruciore.

Negli USA sono in corso varie indagini e alcuni carrier nei giorni passati hanno riferito di avere valutato di eliminare dai listini il dispositivo.  AT&T e T-Mobile non offrono più Note7, neanche i modelli di nuova generazione considerati “sicuri” ma propongono modelli diversi o di altri produttori.

Non è sicuramente un buon momento per Samsung. Dopo le batterie difettose individuate sui primi Galaxy Note 7, le lavatrici esplosive, le lamentele dei cinesi per il mancato richiamo nel loro paese dei Note, il risarcimento ad Apple per il brevetto sullo slide to unlock, si sta complicando la faccenda batteria e in meno di una settimana quattro dispositivi sostituiti (e dunque – in teoria – esenti dal problema batteria) hanno creato nuovi inconvenienti ai proprietari.

Aggiornamento: anche Verizion ha deciso di non proporre più Galaxy Note7 ai propri clienti.

SA1 SA2

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,816FollowerSegui