Apple insiste: Microsoft paghi in denaro

di |
logomacitynet696wide

Apple non cede e torna sulla vicenda dell’accordo tra privati e Microsoft. “Anche dopo le modifiche la proposta resta inaccettabile. Microsoft paghi in denaro contante quelle che deve”

A Jobs continua a non piacere l’accordo tra Microsoft e i privati. La proposta di modifica della mediazione, che ora prevede alcune variazioni come l’assistenza sull’installazione e una commissione indipendente che darà  disposizioni sul software, non colpisce nel segno e non cancella le critiche dice il CEO.
“Ogni mediazione – ha detto ieri Jobs – deve fornire la garanzia che le scuole abbiano libertà  di scelta e questo richiede che Microsoft paghi quanto deve in denaro contante, non donando software Microsoft che costa ad essi un solo dollaro. Una multa di un miliardo di dollari rappresenta meno del 3% delle riserve in denaro liquido per Microsoft”.
Ricordiamo che sulla proposta di accordo che dovrebbe sanare un centinaio di controversie con privati che hanno querelato Microsoft per esercizio illegale del monopolio è in corso una diffusa protesta negli USA. La maggior parte degli osservatori, come Apple, ritiene che la donazione di un miliardo di dollari in software alle scuole americane, più che una punizione, è un premio per Redmond che finirà  per aumentare la penetrazione nel settore didattico. Apple è tra i più preoccupati osservatori della situazione, vista la sua dominanza nel segmento.
Il giudice Metz incaricato di giudicare sull’accordo dovrebbe pronunciarsi sulla sua legittimità  e correttezza nei prossimi giorni.