Bloomberg: dite addio allo Zune

di |
logomacitynet696wide

Secondo un giornale finanziario Microsoft avrebbe finalmente deciso di staccare la spina allo Zune. Il player che doveva far tremare Apple e l’universo iPod non dovrebbe più essere aggiornato e tutti i suoi servizi destinati definitivamente ad essere integrati in Windows Phone 7. Muore l’ambizione di Redmond di competere con Apple sullo stesso piano di integrazione hardware e softtware.

Zune BoyVe lo ricordate lo Zune? Se il nome non vi dice nulla vuol dire che siete davvero nuovi del mondo dei dispositivi da tasca oppure che il tempo trascorso da quando Microsoft agitava questo marchio come uno spauracchio che avrebbe avuto il compito di spazzare via l’universo digitale fondato da Apple intorno ad iPod ve l’ha fatto dimenticare. Sia nel primo che nel secondo caso potreste non avere molto interesse a sapere che, secondo quanto riferisce Bloomberg, a Redmond è stato deciso di mettere la parola fine alla non troppo gloriosa storia di un dispositivo che non ha mai suscitato eccessivi entusiasmi nel pubblico (fatto salvo per lo stoico Zune Boy, foto qui sopra, che si era addirittura tatuato il logo del player sul suo panoramico bicipite), deludendo le attese di Steve Ballmer che pronosticava per esso un futuro glorioso. Ma anche se pochi piangeranno al fine dello Zune e molti potranno a ragione sostenere di averla prevista, siamo di fronte ad un evento significativo che certifica una svolta strategica obbligata da parte di Microsoft: l’abbandono dell’ambizione coltivata per qualche tempo, di battere Apple sullo stesso piano, quello della realizzazione di dispositivi integrati costituiti da software e hardware frutto di un processo di ingegnerizzazione centralizzato, per ritirarsi sul conosciuto terreno, fatto di relazioni con partner che si occupano di hardware a cui fornire il software.

Secondo quanto riferisce sempre Bloomberg, Microsoft avrebbe infatti finalmente deciso, come preannunciato diverso tempo fa, di trasferire i servizi di Zune dentro al software per i telefoni Windows Phone 7 la cui realizzazione spetta a terze parti che da Redmond comprano il sistema operativo. Da tempo lo Zune non viene rinnovato. L’ultimo modello, Zune HD, è stato rilasciato a fine 2009; si trattava di un prodotto simile per concezione all’iPod touch che, come tutti gli altri, non è mai uscito ufficialmente dagli Stati Uniti e dal Canada.

In base ad informazioni raccolte in Microsoft l’attuale modello dovrebbe continuare ad essere venduto anche se non dovrebbero a questo punto esserci aggiornamenti. Redmond, interpellata, non conferma e non smentisce le voci sulla morte ormai decisa dello Zune, limitandosi a fare riferimento all’interesse suscitato dai servizi Zune su Windows Phone 7 e Xbox 360 e al recente lancio di Zune in Canada: «continueremo a supportare Zune in Nord America», si legge nelle dichiarazioni rilasciate a Bloomberg, affermazione che non dice nulla di risolutivo sul destino del player che avrebbe dovuto far tremare Apple.