Creative Labs licenzia il 50% dei dipendenti

di |
logomacitynet696wide

Aria di crisi e pesante ristrutturazione: a casa 2700 impiegati. Il taglio sarebbe già avvenuto nei mesi scorsi ma annunciato solo ora, con il rapporto annunale.

Pessime notizie per Creative Labs: l’agenzia Reuters riporta che il produttore di Singapore famoso per le schede sonore SoundBlaster e per essere stata la prima società  a credere nei lettori multimediali MP3, taglierà  2.700 posti di lavoro, in sostanza il 50% dei dipendenti delle fabbriche che si trovano nell’Asia sudorientale (Malesia).

La notizia arriva in concomitanza all’annuncio che nell’ultimo quarto trimestre, l’azienda ha riportato perdite per 32,2 milioni di dollari.

Fino a marzo 2005, l’azienda dominava il mercato dei player multimediali portatili, con numeri a due cifre come percentuale di mercato; nel 2006 aprì una controversia, accusando Apple di aver copiato porzioni dell’interfaccia dell’iPod. A Creative vennero in seguito riconosciuti alcuni diritti e la causa si concluse con il pagamento di ben 100 milioni di dollari da parte di Apple.

Per ironia della sorte, l’azienda – che ora ha una percentuale di mercato inferiore al 2% – ha cercato in seguito di risollevarsi dalla crisi, accordandosi con Apple e lanciando una serie di dispositivi e accessori identificati dal marchio “Made for iPod”, specifici per i player made in Cupertino.

La rete europea di Creative ha numerosi uffici vendite locali situati strategicamente in tutta Europa. Non è ben chiaro se la ristrutturazione colpirà  anche i dipendenti del vecchio continente.

[A cura di Mauro Notarianni]