Find My iPhone fa arrestare due ladri d’auto

di |
logomacitynet696wide

In Texas due malviventi rubano un’automobile e investono un poliziotto che cerca di fermarli, ma vengono arrestati dopo essere stati localizzati grazie all’intervento di Find My iPhone attivo in un cellulare lasciato dentro l’automobile.

Un miracolo di Natale targato Find My iPhone. Non si può che definire così l’avventura accaduta ad un texano che ha avuto la sventura di vedersi sottratta la sua automobile da due ladri poi arrestati, non senza un rocambolesco inseguimento e un assalto ad un agente, grazie alla presenza dentro all’auto di un iPhone con attivata la funzione di ricerca del dispositivo. La vicenda, raccontata da 9to5Mac,  è davvero da sottolineare perché al contrario di altre simili con iPhone o iPad recuperati grazie all’intervento del software di localizzazione, ha implicato un crimine piuttosto grave e probabilmente avrebbe potuto avere qualche risvolti ancora più drammatici senza di esso.

Tutto è cominciato con il furto di una Range Rover parcheggiata di fronte ad un Marriott a Wichita Falls, sfortunatamente per i ladri all’interno dell’auto c’era anche un iPhone con la funzione Find My iPhone attivata. «Grazie a questo – racconta il legittimo proprietario dell’auto – ho individuato la vettura sulla highway 287 mentre si dirigeva a Decatur. Quanto i ladri sono usciti dall’autostrada mettendosi su una strada verso Justin (un città a quasi 150 km di distanza dal luogo del furto non lontana da Fort Worth NDR), ho chiamato la polizia della città che ha inviato un agente che ha fermato la macchina e arrestato le due persone a bordo». Ma a quel punto, come spiega il proprietario dell’auto, le cose si sono messe al peggio. Uno dei due fermati in qualche modo, nonostante le manette, è riuscito ad aggredire il poliziotto, saltare sull’auto rubata e dopo avere investito il rappresentante delle forze dell’ordine, si è dato alla fuga. In quel momento è stata la polizia ad avere bisogno del sistema di individuazione del telefono: «ho ricevuto una chiamata concitata dalla stessa centralinista con cui avevo prlato in precedenza che mi chiedeva di rintracciare l’auto. Ho così diretto la polizia autostradale verso il luogo dove era il fuggitivo che è stato inseguito e fermato ma dopo che la vettura si è ribaltata durante la caccia».

L’avventura ha avuto, dunque, un lieto fine anche se solo a metà. L’auto è andata distrutta e un poliziotto è stato ferito anche piuttosto gravemente (anche se le sue condizioni sono stabili e non è in pericolo di vita), ma i ladri sono stati arrestati e questo grazie ad un software che non è studiato per debellare la criminalità, ma che in alcuni casi può essere utile a rendere più difficile la vita a ladri e furbastri in genere.