Foxconn: “iPhoneGirl non è stata licenziata”

di |
logomacitynet696wide

La ragazza cinese la cui foto è stata trovata nella memoria di un iPhone appena estratto dalla confezione non è stata licenziata: la dichiarazione di un dirigente Foxconn, la società  dove la ragazza lavora e che realizza gran parte degli iPhone e degli iPod commercializzati da Apple.

Il viso tondo e un simpatico sorriso: il volto della ragazza cinese addetta alle linee d produzione iPhone è diventato famoso in tutto il mondo. E’ successo quando l’acquirente inglese di un nuovo iPhone, subito dopo averlo estratto dalla confezione, ha scoperto nella memoria dello smartphone alcuni scatti che ritraggono una giovane donna sul luogo di lavoro: una delle presumibilmente numerose linee di produzione di iPhone 3G. La notizia ha fatto il giro del globo e del Web: Macity ne ha parlato in Tanti saluti dalla fabbrica di iPhone.

Non è la prima volta che capita di trovare fotografie all’interno di iPhone nuovi di fabbrica, solo questa volta il soggetto è chiaramente identificabile, di sesso femminile, giovane e sembra anche simpatico. Insieme all’euforia della scoperta comincia a diffondersi tra i naviganti del Web una certa preoccupazione per il futuro lavorativo della ragazza. Apple e le società  che lavorano per suo conto non sono famose per l’accondiscendenza verso i dipendenti che commettono errori anche se, in questo caso, l’errore con ogni probabilità  non è del soggetto ritratto. L’ipotesi più accreditata è che la ragazza, ora universalmente nota come iPhonegirl, abbia prestato il suo sorriso a qualche collega nella fase di test della fotocamera integrata nello smartphone.

Oggi una buona notizia: sono finite le preoccupazioni sull’impiego della ragazza. Un dirigente della società  Foxconn che desidera rimanere anonimo ha dichiarato alla testata cinese Xiandai Kuaibao che iPhonegirl non è stata licenziata. Il dirigente conferma che iPhonegirl lavora presso uno degli stabilimenti Foxconn, la società  che costruisce per Apple gran parte degli iPhone e degli iPod, stando alle dichiarazioni riportante anche da China.org.cn.

Il dirigente ha anche ammesso che le foto sono state accidentalmente dimenticate all’interno della memoria dello smartphone e che la società  sta indagando sull’episodio. Forse non è l’ultima volta che sentiremo parlare di iPhonegirl. Ricordiamo che il sito China.org.cn, da cui si apprendono le novità  di questo articolo, è gestito direttamente da un ramo del governo cinese che tiene sotto stretto controllo cosa è accessibile del Web e cosa invece non lo è per tutto il popolo di navigatori del Web cinesi. Si tratta dello stesso sito Web di cui Macity ha parlato in questo articolo su iTunes prima bloccato e poi di nuovo disponibile dalla Cina, ma privo dell’album pro Tibet. Nel frattempo tutti gli appassionati di iPhonegirl possono tenersi aggiornati in tempo reale consultando il sito web http://blog.iphonegirl.net/.

Miracoli della Rete.