Gli iPhone rubati in Belgio arrivano sul mercato nero in Russia

di |
logomacitynet696wide

Un grande lotto dei quasi 4.000 iPhone rubati in Belgio circa 10 giorni fa sta arrivando sul mercato nero in Russia. A dare la notizia il sito TouchMyApps: diversi rivenditori del Paese avrebbero ricevuto l’offerta di vendita per lotti di 100 e più iPhone a prezzo stracciato a fronte di pagamento in contanti. Per gli utenti che decidono di correre il rischio incombe il pericolo di un blocco totale dello smartphone.

Un consistente lotto dei quasi 4.000 iPhone rubati presso un magazzino in Belgio circa 10 giorni fa sta approdando in Russia tramite il mercato nero. Nel Paese diversi rivenditori locali hanno dichiarato di aver ricevuto insolite proposte di vendita per lotti di 100 e più iPhone a prezzi particolarmente contenuti a fronte di pagamento in contanti. A dare la notizia è il sito TouchMyApps che segnala le modalità  insolite proposte per l’acquisto riportate dai rivenditori locali.

Oltre al prezzo stracciato e alle modalità  insolite dell’affare, ci sono altri dettagli che collegano gli iPhone disponibili sul mercato nero in Russia con quelli rubati in Belgio e destinati all’operatore Mobistar. Innanzitutto si tratta in tutti e due i casi di iPhone europei e privi di blocco operatore, in secondo luogo dalle Impostazioni dello smartphone, nella sezione Generali e Info è possibile verificare il modello. Se il codice riportato termina con le lettere NF sembra che il telefono sia proprio uno di quelli destinati a Mobistar.

Notiamo che l’idea di proporre gli iPhone rubati in Russia risponde a una precisa idea commerciale, infatti il nuovo modello 3GS non è ufficialmente ancora disponibile in questo Paese. Gli utenti allettati dal prezzo accattivante devono però stare in guardia: le autorità  sono già  in possesso dei codici unici IMEI di ogni iPhone rubato. Quando questi codici verranno segnalati agli operatori mobile locali, gli iPhone in questione diventeranno completamente inutilizzabili.