Internet: posta a valanga e miti sfatati

di |
logomacitynet696wide

La posta elettronica resta di gran lunga l’applicazione preferita di Internet, nonostante il sorgere di nuovi programmi e la crescita di quelli vecchi. Il suo uso è oggi tanto intensivo e frequente (300 milioni di messaggi al giorno nei soli USA) al punto che le società  che hanno scelto la posta elettronica come mezzo per comunicare con i clienti si trovano letterlamente inondate dalla posta elettronica e non riescono più a rispondere. Una situazione che rede difficile i rapporti clienti e le realtà  commerciali come dimostra uno studio compiuto negli USA dallo Stanford Institute of Quantitative Study of Society. Solo una su tre delle società  più importanti ha una politica di risposta rapida ai quesiti che arrivano via e-mail anche se questi sono semplici. Un dato decisamente sconfortante e che deve essere migliorato, sostengono alcuni esperti della rete, pena la frattura con la clientela.

Lo stesso studio dimostra anche che chi usa Internet in maniera intensiva (e negli USA il numero di utenti che resta davanti ad un computer per ore al giorno è in costante crescita) corre il rischio di isolarsi socialmente. Aumenta, infatti, il numero di occasioni di incontro virtuali ma diminuisce considerevolemente la spinta a cercare contatti “reali”. L’indagine smentisce anche alcuni miti sull’uso di Internet. Non sarebbe vero, ad esempio, che negli USA tutti acquistano via Internet (solo il 25% lo ha fatto), ancora meno diffuso sarebbe l’uso della rete per gestire i propri affari: solo il 4% ha acquistato azioni sulla rete e solo il 7% fa dell’home banking.