Macchie del MacBook, Apple interviene

di |
logomacitynet696wide

Apple dispone una procedura per sostituire il case dei MacBook che si decolorano. Ecco i numeri di serie e le modalità  per chiedere l’intervento.

Apple, dopo il whine per il MacBook Pro, riconosce anche i problemi di scolorimento del MacBook e istituisce una procedura per la sostituzione delle parti difettose. A riportare la notizia é il sito dedito alle indiscrezioni AppleInsider che sostiene di avere avuto accesso a documenti interni della società  di Cupertino.

In base alle informazioni che sono state inviate anche al settore retail e ai service partners per ottenere la riparazione il problema deve essere specificatamente riferito alla decolorazione della parte superiore del case e le macchie (solitamente il bianco vira su un colore arancio) devono essere resistenti ad ogni tentativo di pulizia mediante un ‘€œmetodo approvato’€.

Se la macchina manifesta questo tipo di difetto dovrà  successivamente essere verificato il numero di serie. Solo i MacBook con un seriale che va dal 4H617XXXXXXXX al 4H627XXXXXXXX possono godere della riparazione. Basterà  contattare l’€™assistenza Apple per avere indicazioni sulle modalità  di intervento. Secondo AppleInsider nel corso dell’€™intervento viene sostituita la parte superiore del case e il bordo dello schermo.

Il problema delle macchie arancioni sulla parte superiore del MacBook si è manifestato in maniera piuttosto massiccia nelle prime settimane di rilascio del portatile. Diverse le ipotesi sulla causa del difetto che è sembrato colpire a caso ma che in realtà  potrebbe avere a che fare con un lotto di plastica difettosa o, secondo qualcun altro, con una reazione chimica della stessa plastica a determinati tipi di pelle. Diversi possessori di MacBook erano riusciti ad avere la riparazione in garanzia, altri non erano stati così fortunati giacché Apple (o i suoi rappresentanti) si erano appellati al fatto che lo scolorimento rientra tra i difetti estetici che non sono coperti dalla garanzia.

Ora, in conseguenza della disposizione ufficiale di Apple, chiunque dovrebbe essere in grado di accedere al servizio d’€™assistenza. La procedura é valida in tutti i paesi del mondo.