Nvidia: domineremo il mondo

di |
logomacitynet696wide

“Ci servivano i loro ingegneri e i loro brevetti”. Così Nvidia spiega i motivi dell’acquisizione di 3Dfx. “Comprarli non è stato difficile e ora domineremo il mondo del 3D”. Universo Apple compreso?

Un centinaio di ingegneri tra i più esperti sul mercato nel settore dell’accelerazione 3D, alcuni prodotti di enorme interesse e i brevetti di Gigapixels. Sono state queste “portate” appetitose servite sulla tavola di 3Dfx a spingere Nvidia a fare dei produttori di Voodoo un sol boccone.
Lo ha ammesso la stessa Nvidia nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella giornata di ieri e che è servita a spiegare i dettagli, anche finanziari ma soprattutto strategici, che hanno spinto alla incorporazione della concorrente.
“Lo staff ingegneristico di 3Dfx – ha detto Jen-Hsun Huang CEO di Nvidia – è tra i migliori a livello mondiale. Questo gruppo sta lavorando a tecnologie che rivoluzioneranno il mondo del 3D nei prossimi mesi. La situazione a livello societario, soprattutto finanziariamente parlando, era invece in condizioni difficili e non più in grado di supportare lo sviluppo sul mercato”. “Non abbiamo compiuto molti sforzi – ha ammesso Jen-Hsun Huang – per vincere le loro resistente e acquistare la società ”
Grazie all’acquisizione di 3Dfx Nvidia – è stato detto nel corso della conferenza stampa – conta di essere in grado di aumentare la potenza dei propri chips grafici in tempi più rapidi rispetto a quanto non sia stato fino ad oggi e di conquistare dal 60 al 70% del mercato delle schede grafiche in versione retail, ovvero quelle vendute separatamente dai computers. La percentuale sarebbe molto simile a quella che Nvidia controlla nel settore OEM il che farebbe della un tempo piccola società  californiana l’indiscusso leader nel settore del 3D. Una posizione che potrebbe essere ulteriormente rafforzata da alcuni nuovi prodotti in corso di preparazione, tra cui il chip Rampage, successore di Voodoo, e che 3Dfx contava di presentare entro la metà  del prossimo anno.
A fare le spese di questa “potenza di fuoco” sarebbe in primo luogo ATI. Oggi i canadesi sono forza minoritaria ovunque. In un solo settore ancora primeggiano: nell’ambito dei processori per portatili. Una posizione che si era anzi addirittura rafforzata grazie all’acquisizione di Artx, una società  specializzata in chip grafici a basso consumo. Ma ora Nvidia potrebbe avere un asso nella manica: i processori di Gigapixels, acquistati qualche tempo fa da 3Dfx. Gigapixels, ironia della sorte, fu costretta ad arrendersi a 3Dfx quando un accordo a buon punto con Microsoft per la fornitura delle X-BOX venne cancellato dall’irruzione di Nvidia.
ATI dovrà  poi guardarsi le spalle dai suoi concorrenti anche in una altra nicchi di mercato, quella Apple. Per ora ATI è l’unica fornitrice di Cupertino ma Nvidia ha già  presentato due processori con supporto Mac nativo: GeForce MX e GeForce2Go, due processori per macchine consumer e per portatili. Con l’acquisto di 3Dfx nel portfolio di Nvidia c’è ora anche un chip grafico ad alta potenza per macchine desktop, ovvero il Voodoo 5 (marchio che, si è appreso ieri, verrà  mantenuto). A lungo 3dfx ha cercato, senza riuscirci, di convincere Apple ad offrire in build to order le sue schede su AppleStore. Ora potrebbe provarci Nvidia e con il peso del suo 60% sul mercato potrebbe anche riuscirci. Allora per ATI sarebbero altri dolori.