Quark 5 in ritardo e non per MacOs X

di |
logomacitynet696wide

XPress 5 procede a rilento. “Necessario un beta testing approfondito” dicono i produttori che annunciano anche “Non sarà nativo per MacOs X”

Quark Express 5.0 verrà  rilasciato solo quando sarà  stato testato tanto approfondita mente da poter essere considerato l’upgrade più stabile e affidabile tra quelli mai rilasciati dalla società  di Denver. L’affermazione è di Glen Turpin, corporate communications manager di Quark che concorda sui ritardi nel rilascio dell’aggiornamento che però vengono giustificati proprio con l’esigenza di testare a fondo la nuova versione del più popolare software per l’impaginazione.
“Con il rilascio della versione 4.0, che era caratterizzata da molti bugs – ha dichiarato Turpin a MacWeek – abbiamo perso molta fiducia da parte dei nostri utenti. La lezione è stata dura ma anche chiara e vogliamo farne tesoro. Non possiamo più commettere gli stessi errori”.
Per quanto riguarda le date di rilascio Turpin non è molto preciso. Xpress 5.0 doveva essere presentato alla fine dello scorso anno e localizzato in varie lingue entro la primavera. Quei piani sono ora stati accantonati; al momento Xpress 5 è in fase di beta testing privato ad un ristretto gruppo di quality testers. Successivamente, entro un mese, la base di coloro che proveranno il software verrà  ampliata prima di un nuovo allargamento del gruppo la prossima primavera.
Quark 5, largamente utilizzato anche in Italia, non sarà  carbonizzato “perchè – spiega Turpin – questo avrebbe significato restringere la base di utenti che lo possono utilizzare. MacOs X gira solo su G3 e G4 mentre molti nostri clienti usano macchine molto più vecchie”. Quark ha però deciso di cancellare la compatibilità  con i processori 68k. L’updgrade sarà  solo per PPC.
Ricordiamo che tra le nuove caratteristiche di XPress 5 c’è l’uso dei livelli e la possibilità  di “pubblicare” le pagine in formato HTML.