Tokyo: non solo Pismo

di |
logomacitynet696wide

A Tokyo non solo Pismo ma anche G4 riconfigurati e iBook a 350 MHz. Quanto da noi ipotizzato, con qualche accento scettico, sulla scorta di segnalazioni di utenti del nostro sito, ci viene ora confermato da fonti normalmente molto attendibili che ribadiscono: il prossimo Expo vedrà  il previsto lancio di un nuovo portatile ma anche di versioni “speed bumped” dei G4 e di iBook.

“Apple – comunicano amici che vogliono restare anonimi – ha deciso di presentare in Giappone una revisione quasi completa della sua linea di macchine. Del fatto sono a conoscenza alcuni tra i distributori più vicini alla società  e alcuni dei maggiori rivenditori. Chi ha detto ai vostri utenti che gli iBook e i G4 non vengono più consegnati perchè stanno per uscire macchine nuove ha detto la verità “. Secondo i nostri amici la linea G4 verrà  riconfigurata a 50 MHz superiori. Niente quindi macchine da 550 MHz anche se Apple al proposito è stata evasiva. E’ però probabile che la revisione comporterà  un aumento delle dimensioni degli HD ma non il cambiamento delle schede madri. Non è da escludere l’uso di un lettore CD a caricamento frontale, già  preannunciato qualche settimana fa. Jobs però potrebbe non annunciare nel corso del keynote che “le macchine sono disponibili fin da ora”, ma comunicare che il rilascio sarà  a fine mese. Questo perché Motorola al momento non ha ancora uno stock sufficiente di processori da 500 MHz e la società  di Cupertino vuole essere certa di soddisfare la richiesta. Il differimento non dovrebbe provocare eccessivi problemi ai canali nello smaltimento delle vecchie macchine. Da quanto risulta a Macity nei magazzini sono presenti in un certo numero solo CPU da 350 MHz mentre le versioni a 400 e 450 sono davvero molto poche.
Dovrebbe, invece, vedere la luce a Tokyo ed essere disponibile ai visitatori dell’evento il nuovo iBook. Il portatile di fascia bassa sarebbe, infatti, la seconda delle sorprese Giapponesi. Anche in questo caso i nostri amici, pur sostendo di essere certi del rilascio, non hanno informazioni precise sulle dotazioni della macchina. Se quanto si è letto nei mesi scorsi un aumento a 350 MHz del processore potrebbe essere la più vistosa delle modifiche. Con un chip più veloce è quasi certa l’adozione di HD più capienti (gli attuali sono davvero miseri) e una dotazione di base di 64 MB di Ram. Nelle scorse settimane era circolata anche l’ipotesi di una versione in color grafite, ma si tratta in questo caso di deduzioni più che di voci vere e proprie. iBook resta, al momento, l’unica macchina senza un case in color grafite. L’adozione di un colore “serio” (magari in una versione DV con FireWire, HD da 13 GB e 128 MB di Ram), potrebbe favorirne l’adozione da parte di realtà  commerciali.
Infine Pismo. La presentazione del nuovo portatile viene data per scontatata da tutte le fonti contattate da Macity. Anche qui però da Apple non è trapelato nulla sulle dotazioni di base anche se alcuni ipotizzano che il PB avrà  caratteristiche assai più innovative di quelle che di cui hanno fino ad oggi favoleggiato i siti dediti alle indiscrezioni. Le novità  sarebbero nel case, nel display, nella durata della batteria e nelle prestazioni. Anche il processore dovrebbe essere nuovo: un G3 a 500 MHz non ancora visto su nessuna macchina Apple ma solo sulle schede di upgrading.
Fantasie, illazioni o verità ? Le fonti di Macity si dicono convinte che, in ogni caso, qualche cosa di rilevante si sta preparando a Cupertino. E a riprova citano la convocazione a Tokyo di tutti i country manager. Tra gli altri anche il nostro Biagini sta per prendere l’aereo per la capitale del paese del lontano oriente. “Questa procedura – aggiungono i nostri amici – non è normale. Non avrebbero portato in Giappone tutti i responsabili nazionali solo per Pismo. Addirittura, oltre alle nuove macchine, potrebbe preparsi qualche cosa di ancora più grosso”.