Un computer sottovetro

di |
logomacitynet696wide

La Sharp, il maggior produttore Giapponese di monitor a cristalli liquidi,
ha presentato il prototipo di un display con la circuiteria di un computer
direttamente inserita nel vetro.

Sharp spera di riuscire ad avere disponibile nel 2005 una sorta di “display
card”, con funzioni wireless e un sistema di input touch-screen, capace di
immagazzinare i dati ed essere usato in dispositivi vari come i telefoni
cellulari, i giochi, i sistemi di navigazione per automobile.

Il prototipo incorpora un processore è considerato obsoleto, con soli 13.000
transistor contro i 55.000.000 contenuti in un moderno Pentium 4, ma siamo
appena agli inzi dello sviluppo, e il vetro sembra offrire alcuni vantaggi
aul silicio, come ad esempio la minor temperatura necessaria alla
produzione.

La tecnologia usata (CGS) è proprietà  della stessa Sharp, e permette
risparmio di spazio, di costi di produzione e risoluzioni ultra-fini.

[A cura di Marco Centofanti]