Zune, ecco i nuovi modelli

di |
logomacitynet696wide

Microsoft annuncia la nuova famiglia di Zune. I nuovi modelli hanno anche memoria flash e una certa somiglianza con gli iPod nano di precedente generazione. Possibilità  di sincronizzare musica via Wifi.

Microsoft ha annunciato questa notte nuovi Zune basati su memorie flash. Rispettando le previsioni i player appaiono simili per concezione e specifiche hardware alla serie precedente di iPod nano. Si tratta infatti di dispositivi a “barretta” con capacità  fino a 8 GB realizzati in differenti colori (rosso, rosa, verde e nero).

I nuovi Zune con memorie allo stato solido, come il predecessore, sono in grado di comunicare via wireless per lo scambio di musica, ma aggiungono qualche novità . La principale dal punto di vista hardware è una sorta di clickwheel basata su tecnologia touchpad. E’ presente, grazie alla connettività  Wifi, anche la possibilità  di collegarsi al computer senza fili e di sincronizzare la musica. Da notare però che non è presente la possibilità  di comprare musica via wireless. Lo schermo è più piccolo di quello dell’iPod nano (1,8 pollici contro due pollici). I prezzi sono simili a quelli degli iPod nano: 149 (per il modello da 4 GB) e 199$.

Microsoft ha anche rilasciato un aggiornamento del modello precedente di Zune che ora ha un disco da 80 GB. Tra le novità , oltre alla capienza, uno schermo leggermente più grande. Il costo consigliato al pubblico è di 250$

Microsoft introduce, infine, una nuova versione del software Zune che supporta il Codec h.264 e Mpeg (e non solo Wmv) e i Podcast. I vecchi Zune potranno essere aggiornati con il nuovo firmware.

Contestualmente Microsoft ha anche annunciato che su Zune Marketplace (il corrispettivo di iTunes Store) arrivano canzoni prive di Drm. Al momento, a parte il numero di canzoni non protette (un milione) non si conoscono né le etichette disponibili né il prezzo delle canzoni.

I primi commenti degli analisti sono piuttosto scettici sulla possibilità  che i nuovi Zune possano realmente insidiare iPod. Nonostante l’addizione degli attesi modelli flash, infatti, i player di Microsoft non appaiono rivoluzionari né dal punto di vista stilistico né sotto il