iPod, calo di vendite in settembre

di |
logomacitynet696wide

iPod di Apple per la prima volta fa segnare un calo di vendite nel corso del mese di settembre negli USA. NPD “è l’effetto del debutto di HP con la sua versione e un rafforzamento dei player basati su flash”

Per la prima volta nella, seppure breve, storia di iPod la quota di mercato del player di Apple scende. A segnalare il trend che inverte un andamento positivo che l’aveva condotto a raggiungere il 92% del mercato americano dei riproduttori basati su HD, è NPD Group. Secondo quanto riferito da alcuni siti americani NPD avrebbe rilevato una discesa del 4,7% tra agosto e settembre e ora iPod si troverebbe all’87,3%.

Le ragioni del decremento delle percentuali di mercato del riproduttore di musica di Cupertino sarebbero molteplici. La parte principale è giocata dal debutto della versione di HP che ha conquistato a settembre il 3,6% del mercato. Se sommate la versione di Apple e quella della società  di Carly Fiorina continuano a totalizzare il 90,9% del mercato riducendo il calo di vendite ad appena l’1,1% che resta una percentuale enorme.

Un secondo fattore, sottolinea NPD, sarebbe la crescita delle vendite dei player basati su flash aumentati del 21% nel corso di settembre contro una crescita del 12,2% per i player basati su HD. Il fenomeno è comprensibile visto che i riproduttori su HD rispetto allo scorso anno nello stesso periodo sono già  cresciuti del 409% mentre quelli flash solo del 4,6%, un tasso che è difficile mantenere costante nel tempo.

Infine per NPD iPod, inevitabilmente, paga il raggiungimento di una soglia che è difficile migliorare. Secondo l’analista Steven Baker per player di Cupertino “andare più in là  di dove si trova oggi è estremamente difficile. E’ ai limiti fisiologici della nicchia”.

Combinando i player basati su HD e quelli basati su memoria flash Apple controlla con iPod il primo posto con il 58,8% del mercato americano e un calo del 7,2% di cui però il 2,4% le è stato sottratto da HP (che figura al settimo posto tra i protagonisti del settore). Distaccatisimi i concorrenti: Rio è seconda con il 7,1% (+0,7%), driver terza con il 6,2% (+0,5%)

Per il futuro NPD guarda con interesse alle mosse di HP. Se il maggior produttore mondiale di computer, infatti, deciderà  di imporre nei suoi canali distribuitivi la propria versione di iPod questo potrebbe avere un ritorno negativo sulla versione prodotta da Apple, anche se questo non dovrebbe incidere in maniera significativa sulle quote complessive di iPod. Per quanto riguarda la tipologia degli acquisti e l’incidenza dei prodotti basati su memoria flash il periodo natalizio dovrebbe favorire la categoria dei riproduttori basati su HD, più costosi e come tali più adatti a figurare tra i regali da mettere sotto l’albero.