I libri elettronici ora si possono modificare e annotare

Il libro elettronico evolve. Alla Display conference di Tokyo mostrato un nuovo prototipo di carta digitale basato su un rivoluzionario chip che oltre a visualizzare testo scritto permette all'utente di creare annotazioni, modificare il testo il tutto senza alcun ritardo nella visualizzazione. Tecnologia sviluppata congiuntamente da E-Ink, Prime Views International e Seiko Epson

logomacitynet1200wide 1

Bassa risoluzione, nessuna possibilità  di scrivere o modificare le pagine di testo visualizzate: questi gli inconvenienti principali di carta e inchiostro elettronici, almeno fino al prototipo mostrato ieri durante la manifestazione Display di Tokyo.

La nuova tecnologia, realizzata congiuntamente da E-Ink e Prime View International, unisce alle soluzioni viste fino a oggi per carta e inchiostro elettronici uno schermo sensibile al tocco e un nuovo chip di controllo progettato da Seiko Epson.

Il nuovo processore è in grado di gestire schermi fino alla risoluzione massima di 2048×1536 pixel, inoltre è in grado di gestire un aggiornamento dello schermo fino a 50 volte al secondo. Le nuove soluzioni permettono all’utente di creare annotazioni direttamente sulla pagina visualizzata, modificare il testo, il tutto utilizzando uno stilo, senza alcun ritardo di visualizzazione.