fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Accordo tra Yahoo e Mediaset per la pubblicità online

Accordo tra Yahoo e Mediaset per la pubblicità online

Yahoo lascia l’Italia chiudendo dopo 16 anni la sede di Milano e il rivenditore di tutta l’offerta adversting dell’azienda californiana in Italia diventa Mediaset. Le due aziende hanno annunciato “un accordo esclusivo” di tre anni per la vendita di pubblicità display, native, video e content marketing su Yahoo.it. L’accordo avrà decorrenza dal secondo trimestre 2016. Grazie a questa partnership, Mediamond, concessionaria pubblicitaria online del Gruppo Mediaset, si posizionerà secondo quanto dichiarato in un comunicato nel ranking di Audiweb subito a ridosso di Google e Facebook, raggiungendo 21,2 milioni di persone su base mensile e oltre 5,3 milioni su base giornaliera.

L’accordo dovrebbe permettere a Mediaset di acquisire importanti audience digitali oltre che un notevole patrimonio tecnologico. Gemini, la piattaforma di native proprietaria di Yahoo, sarà a disposizione dei partner di Mediamond, mentre Tumblr, social network e publishing platform, potrebbe rappresentare un asset di rilievo per progetti crossmediali di Mediamond e Publitalia.

Negli ultimi due anni la pubblicità online è diventata normale parte della pianificazione digitale dei professionisti del marketing. Nel 2016 questa voce si prevede diventi ancora più strategica, con tutti i big del settore allo studio su funzionalità che consentono di migliorare il ricordo dell’annuncio, aumentare la propensione all’acquisto e migliorare il cosiddetto “sentiment” verso il brand, cercando di “comprendere” e “riconoscere” gli utenti.

Nel 2014 la filiale italiana del gruppo USA ha registrato ricavi per 9,7 milioni e utili per 337.490 euro.

Marissa Mayer, CEO di yahoo
Marissa Mayer, CEO di yahoo

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,805FansMi piace
93,071FollowerSegui