Adobe Lightroom porta le immagini RAW su iPhone grazie a iOS 10

L'app Adobe Lightroom Mobile per iPhone e iPad offre la possibilità di catturare e modificare immagini RAW usando il formato Digital Negative (DNG) di Adobe. A partire da iPhone 6s e iPad Pro con iOS 10

Lightroom

Tra le numerose novità di iOS 10, c’è l’apertura a formati di foto diversi: Apple non li impiega direttamente ma permette a sviluppatori terzi di implementare quelli desiderati all’interno delle proprie app. Così ora grazie a un aggiornamento di Adobe Lightroom per iOS 10 arriva il supporto alle immagini RAW su iPhone e iPad, utilizzabili sui modelli più recenti e potenti.

L’ultima versione di Lightroom Mobile per iPhone e iPad offre la possibilità di catturare e modificare immagini RAW usando il formato Digital Negative (DNG) di Adobe. La software house californiana spiega che il sistema supporta un reale flusso di lavoro end-to-end, permettendo la creazione di foto “assolutamente stupende” che fino a qualche anno fa era possibile creare solo con fotocamere tradizionali.

immagini raw su iPhone

Lightroom 2.5 offre la possibilità si scattare in RAW direttamente in-app e in formato DNG. I formati file RAW sono estremamente popolari nel mondo della fotografia digitale poiché offrono ai professionisti un maggiore controllo sulle loro creazioni. Le fotocamere in genere usano formati RAW differenti (proprietari), le cui specifiche non sono sempre liberamente disponibili: questo significa che non tutti i file RAW possono essere letti da tutte le applicazioni software. Di conseguenza, l’uso di questi formati proprietari come soluzione di archiviazione a lungo termine presenta un rischio, e ancora di più la condivisione di questi file tra più flussi di lavoro complessi.

La soluzione proposta di Adobe è il Negativo digitale (DNG), un formato di archiviazione pubblicamente disponibile. Risolvendo il problema della mancanza di uno standard aperto per i file RAW creati dai singoli modelli di fotocamere, il formato in questione garantisce la possibilità di accedere ai propri file anche in futuro. Il formato è supportato da sviluppatori di terze parti e aziende quali Apple, Google e produttori di fotocamere varie.

Il DNG integra dati letti direttamente dai sensori senza compressioni e artefatti frutto di formati quali il JPEG. Oltre al formato DNG, spiega Adobe, l’ultima versione di Lightroom per iOS integra il supporto al Wide Color (ne abbiamo parlato qui), nome che Apple dà allo spazio colore DCI-P3 e che con i dispositivi di ultima generazione permette di offrire un maggior numero di gradazioni cromatiche, rappresentando più fedelmente i colori.

Lightroom 2.5 per iPad e iPhone richiede iOS 9.3 o seguenti e si scarica gratis dall’App Store. Per usare il formato DNG è richiesto un dispositivo con iOS 10 dotato di fotocamera da 12 megapixel, quindi a partire da iPhone 6S e 6S plus e iPad Pro e più recenti.

Lightroom-2.5-DNG-Capture-Screenshot-576x1024