Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » AggiornaMac » Adobe, nessun problema noto con OS X 10.9 Mavericks

Adobe, nessun problema noto con OS X 10.9 Mavericks

Adobe segnala che non dovrebbero esserci problemi di incompatibilità tra i propri software e il nuovo OS X 10.9 Mavericks. I pacchetti della Creative Suite CS6 e CC sono stati testati e dovrebbero essere compatibili; per altri prodotti, come quelli della CS3, CS4 e CS5, Adobe suggerisce di eseguire tutti gli aggiornamenti proposti dal sistema di update integrato nelle rispettive suite.

Chi sfrutta con i software Adobe plug-in di terze parti, farà bene a verificare sui siti dei rispettivi produttori la compatibilità con il nuovo sistema operativo di Apple. Questo vale ovviamente in linea generale per tutti i software: se utilizzate software importanti per il vostro lavoro, verificate con i rispettivi produttori se questi sono o meno compatibili con l’ultimo sistema operativo OS X 10.9 Mavericks. La voce “Aggiornamento Software” permette di verificare manualmente la presenza di aggiornamenti software. Questa operazione verifica solo i software di Apple; software di terze parti devono essere aggiornati dalle rispettive applicazioni o verificando sul sito degli sviluppatori se esistono versioni aggiornate

Generalmente tutti i programmi che funzionano con il precedente OS X 10.8.x, si avviano e possono essere usati con OS X 10.9 Mavericks; potrebbero esserci ovviamente casi particolari: se utilizzate software importanti, sarà bene aspettare conferme prima di procedere con l’update.

Dopo l’installazione di OS X 10.9 Mavericks, eventuali software riconosciuti come incompatibili (che possono chiudersi in modo imprevisto o causare altri problemi) sono spostati in una cartella denominata “Software Incompatibile” nella radice del disco rigido.

Per quanto riguarda i plug-in, in Safari, dalle Preferenze, nella sezione “Sicurezza” è possibile indicare a quali siti è consentita l’esecuzione del Flash player o altri plug-in. La voce “Esegui in modalità non sicura” permette di disattivare il sandboxing (un meccanismo che costringe a eseguire le applicazioni all’esterno di alcuni punti “strategici” del sistema operativo, limitando alcune operazioni eseguibili ma con palesi vantaggi dal punto di vista della sicurezza), utile per consentire il funzionamento di plug-in che dovrebbero rivelarsi incompatibili con il nuovo sistema.

abbonamenti Adobe Creative Cloud

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto pazzesco del 22% per iPhone 14 da 256 GB, solo 899€

iPhone 14 128 GB, sconto del 20% e prezzo di solo 699€

Su Amazon torna in sconto e al minimo di sempre l'iPhone 14 nel taglio da 128 GB. Lo pagate 699 € invece che 870 € in quasi tutti i colori

Ultimi articoli

Pubblicità