Apple conquista New York City: è alla ricerca di un grande ufficio a Manhattan

Dopo gli uffici a Seattle e Vancouver ora Apple è alla ricerca di grandi spazi per un ufficio a New York City.

Apple conquista New York City: è alla ricerca di un grande ufficio a Manhattan

Apple è alla ricerca di un grande ufficio a Manhattan. Per conquistare New York City e aprire nel cuore della Mela un ufficio, Cupertino sarebbe alla ricerca – secondo quanto indicato a metà agosto 2019 dal sito dell’immobiliare di New York The Real Deal, di uno spazio molto ampio tra i 19mila e i 46mila metri quadrati. Dopo gli uffici a Seattle, Vancouver e in India, ora è, dunque, la volta di New York. 

Apple potrebbe decidere di optare per una soluzione fino a 70mila metri quadrati, adatta ad ospitare anche 5mila dipendenti. 

Mentre altri giganti della tecnologia come Google, Facebook e Amazon, hanno già una presenza importante a New York City, Apple aveva preso in affitto nel 2011 un ufficio più piccolo di quelli delle altre aziende hi-tech: uno spazio di 4mila metri quadrati sulla Quinta Strada, nel distretto di Flatiron. 

Apple conquista New York City: è alla ricerca di un grande ufficio a Manhattan
La 55 Hudson Yards

Apple avrebbe – scondo quanto riportato da Cult of Mac –  già preso in considerazione alcune proprietà, posizionate a 50 Hudson Yards, One Madison Avenue e nell’edificio in via di riqualificazione di James A. Farley sull’ottava Avenue. Una notizia che comunque non sorprende: già all’inizio del 2019 il New York Post aveva riferito che Apple era in trattativa per uno spazio di oltre 5mila metri quadrati al 55 della Hudson Yards.

Apple Park è colossale ed ospita oltre 10.000 dipendenti, ma non basta più e ora la notizia sembra essere certa. Già a dicembre si parlava per la società di Cupertino di nuovi quartier generali in zone strategiche degli USA e dei piani per la costruzione di 4 nuovi Campus Apple con l’assunzione di migliaia di persone.

Apple conquista New York City: è alla ricerca di un grande ufficio a Manhattan

Apple ha dato dunque il via al suo programma per creare migliaia di nuovi posti di lavoro – come per i nuovi campus apple di Austin (Texas), San Diego (California), Seattle (Washington) e Culver City (California) – e ha definito, anche con l’apertura di nuovi grandi, anzi grandissimi uffici, una tabella di marcia che porterà a una trasformazione dell’azienda come la conosciamo oggi verso un futuro che punta su servizi e nuovi dispositivi.

Su Macitynet si possono trovare notizie su Apple, ma anche tanti aggiornamenti su mercato e finanza.