fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Apple pronta ad aprire i primi negozi ufficiali in India

Apple pronta ad aprire i primi negozi ufficiali in India

Apple ha finalizzato un breve elenco di località in India nelle quali intende aprire suoi negozi al dettaglio, i primi di questo tipo nello Stato dell’Asia meridionale.

A riferirlo è Bloomberg che cita sue non meglio precisate fonti secondo le quali la Mela sta intensificando i suoi sforzi in un mercato nel quale è in atto un vero e proprio boom della telefonia, con tassi di crescita spaventosi, ma dove è anche complicato operare giacché la concorrenza si gioca tra vendor mondiali e player locali che propongono modelli decisamente economici.

Il produttore di iPhone avrebbe già scelto zone esclusive di Mumbai ma decisioni definitive arriveranno nelle prossime settimane. Le location vagliate sono comparabili a quelle iconiche come quelle già scelta per il negozio sulla Fifth Avenue a New York, Regent Street a Londra e Champs-Elysees a Parigi.

Alla Casa di Cupertino finora era stato impedito di aprire suoi negozi sul territorio perché non produceva i dispositivi in loco ma lo spostamento delle unità produttive in India e le trattative con il governo, potrebbero finalmente consentire ad Apple di aprire negozi gestiti direttamente.

Apple costruirà iPhone X in India a luglio, poi tocca agli Apple Store

Apple non riesce a crescere sul complicato mercato indiano dove, come già detto, gli utenti preferiscono brand a bassissimo costo o dominano marchi quali Xiaomi e Vivo. Il CEO Tim Cook ha promesso miglioramenti in questo mercato a rapida crescita, sul quale un po’ tutti stanno puntando gli occhi, in particolare dopo un calo nel mercato cinese. La produzione diretta in India (grazie a un accordo con Foxconn), consente ad Apple di aggirare il 20% di dazi sui telefoni importati, rendendo i dispositivi più “appetibili”.

“A lungo termine l’India è un mercato molto importante”, ha detto Tim Cook durante la presentazione degli ultimi risultati del trimestre fiscale. “È un mercato impegnativo sul breve periodo ma stiamo imparando molte cose”. “Pianifichiamo di entrarci con tutto ciò che è in nostro potere”.

Nell’ultima trimestrale Apple non ha indicato dati specifici relativi all’India. Il 44% dei ricavi arriva dalle Americhe, il 18% dai territori indicati collettivamente come Grande Cina. I dati concernenti l’India sono inclusi tra quelli dell’Asia-Pacifico che, insieme, formano riguardano il 6% dei ricavi.

Nei mesi passati Apple ha provato diverse strategie in India, incluso il cambio di dirigenti responsabili delle vendite. Samsung, con i suoi prodotti che spaziano su prezzi molto differenti, qui controlla circa un terzo del mercato in termini di vendite. La concorrenza la fanno ad ogni modo marchi domestici che propongono prodotti di nicchia quali Micromax, Karbonn e Lava, che controllano un altro terzo del mercato con i loro telefoni a bassissimo costo prodotti in Cina.

Offerte Speciali

BeatX, auricolari wireless parenti di AirPods: solo 71€

BeatsX, gli auricolari parenti di AirPods su Amazon costano solo 79€

I BeatsX, auricolari Bluetooth prodotte da Apple che si ricaricano con il cavo Lightning e condividono lo stesso chip di AirPods, sono in sconto su Amazon: solo 79€
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,437FansMi piace
95,282FollowerSegui