Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPad » Apple respinge le app che leggono l’UDID

Apple respinge le app che leggono l’UDID

Stop alle applicazioni che usano gli UDID. Apple, secondo quando sostiene TechCruch, ha iniziato a respingere i programmi iPhone e iPod che utilizzano questo sistema unico di identificazione “iscritto” nel telefono; due dei dieci gruppi di esaminatori che analizzano e approvano le applicazioni, avrebbero già iniziato a respingere totalmente tutti i programmi che svolgono questa operazione ma nei prossimi giorni anche gli altri 8 team faranno la stessa cosa.

Se quanto sostiene TechCrunch è vero, significa giunta al termine un vicenda iniziata qualche tempo fa quando il Wall Street Journal, aveva lanciato accuse pesanti di violazioni della privacy da parte degli sviluppatori le cui applicazioni usano l’UDID per fornire servizi. In particolare secondo la testata finanziaria alcuni network pubblicitari impiegano questo il codice alfanumerico per identificare univocamente l’utente e tracciare statistiche, il tutto senza richiedere alcun permesso all’utilizzatore finale né facendo in modo che quest’ultimo sia in grado di bloccare l’intrusione nella sua privacy. Al contrario dei cookies che possono essere cancellati o bloccati, l’UDID è impossibile da controllare da parte dell’utilizzatore dell’iPhone o dell’iPad e in quanto tale uno strumento molto più potente e sensibile.

Il divieto all’uso degli UDID non arriva come novità assoluta. Apple nei mesi scorsi aveva già ammonito gli sviluppatori, invitandoli a sospendere questa pratica, ma solo oggi arriva un giro di vite decisivo. Secondo TechCrunch anche una grande società miliardaria e quotata in borsa si sarebbe trovata a fronteggiare i problemi che derivano dall’uso dell’UDID e la decisione assunta da Apple, ma molti altri sviluppatori avranno presto gli stessi problemi.

In particolare secondo Andy Yang, CEO di Playhaven una società che opera nel settore della pubblicità on line e che fornisce servizi a sviluppatori iOS e Android, ci sarà certamente un impatto sul mondo degli annunci in App e per questo consiglia di percorrere nuove strade per creare le basi di marketing necessarie per avere un miglior effetto negli annunci. Tra le ipotesi sul tavolo: l’uso del MAC address del Wi-Fi, la richiesta con un pop up visibile all’utente di accettare o declinare la trasmissione dell’UDID o l’utilizzo di un sistema denominato OpenUDID, una soluzione open source proposta da una società denominata Appsfire.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Recensione iPhone 14 Plus temp

iPhone 14 Plus 128 GB al minimo, sconto di quasi il 20%

Sale lo sconto su iPhone 14 Plus. Ribasso sul prezzo già ribassato da Apple euro per il più grande degli iPhone 14. Versione 128 GB al minimo storico a 795€

Ultimi articoli

Pubblicità