Home Macity Apple History & Lifestyle Apple toglie il bavaglio ai suoi ricercatori di Intelligenza Artificiale

Apple toglie il bavaglio ai suoi ricercatori di Intelligenza Artificiale

La tecnologia è di tutti. Un cambiamento epocale nelle politiche di Apple, che da questo momento consente ai propri ricercatori di intelligenza artificiale di pubblicare le proprie ricerche e confrontarsi con altri per crescere e migliorare più rapidamente.

Quello che attua l’azienda di Cupertino è un approccio più aperto alla stregua di quello di Facebook e Google, che mira a favorire lo sviluppo della tecnologia. Fino a oggi è stato difficile, per Apple, reclutare i migliori cervelli che lavorano intorno all’ Intelligenza Artificiale in quanto la posizione imposta era poi quella di non condividere le scoperte, tagliando così le gambe a una crescita senz’altro più fruttifera.

L’annuncio è stato lanciato lo scorso giovedì da Russ Salakhutd – Apple Director of Artificial Intelligence – durante l’annuale conferenza Neural Information Processing Systems attraverso una slide (allegata in calce all’articolo). Al di là di Siri, ci troviamo di fronte a una chiara dimostrazione di interesse verso lo sviluppo di altre forme di intelligenza artificiale e sistemi di apprendimento automatico: d’altronde lo stesso CEO di Apple Tim Cook, durante una intervista dello scorso agosto, aveva definito le tecnologie AI come la base per il futuro della sua società.

Intelligenza Artificiale apple bavaglio ricercatori

Offerte Speciali

iPad Air 256 GB Wi-Fi e 64 GB cellular: scontatissimi su Amazon i modelli 2020

Su Amazon trovate in sconto iPad Air Cellular da 64 GB e iPad Air Wi-Fi da 256 GB con ribassi oltre il 14% e spedizione immediata.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,957FollowerSegui