Home ViaggiareSmart Artik-09 è la bici e-road con un'autonomia mai vista

Artik-09 è la bici e-road con un’autonomia mai vista

C.B.T. Italia è una “boutique” con sede a Cuneo, specializzata nella realizzazione di telai e biciclette da corsa in fibra di carbonio. L’azienda ha lanciato sul mercato europeo una bicicletta elettrica destinata a creare un precedente. Si chiama ARTIK-09 ed è presentata come il frutto di anni di sviluppo che hanno portato al disegno, alla progettazione e alla produzione, interamente Made in Italy, di un accumulatore ad altissima tecnologia (brevettato), di un motore sul mozzo di grande efficienza e di un’App capace di controllare l’erogazione in base al battito cardiaco e alle pendenze che si affrontano.

ARTIK-09 vanta un telaio in fibra di carbonio, con le geometrie dei modelli tradizionali del produttore. La batteria della nuova e-road è interamente progettata e realizzata in Italia, a Cuneo, con tecnologia 3D. Perfettamente integrata all’interno del tubo obliquo del telaio, è facilmente amovibile e può dunque esser ricaricata ovunque, senza portarsi la bici appresso.

Nonostante un peso contenuto in 2.300 grammi, grazie anche ad un case in alluminio da un millimetro e mezzo di spessore, offre una potenza che la posiziona al vertice del mercato: il nuovo accumulatore di C.B.T infatti, garantisce 378 Wh nominali e addirittura 430 Wh effettivi. Si tratta del 52% di carica in più rispetto ai tradizionali modelli sul mercato; un’autonomia che permette di lasciare a casa l’unità supplementare.

Costruita con componenti di altissima fascia, con celle Samsung (o Panasonic) e caricabatteria con connettore Phoenix, la batteria della ARTIK-09 è un gioiello di tecnologia, progettato insieme al telaio della e-road per integrarsi in modo armonico e funzionale.

L’accoppiamento con l’accumulatore non è lasciato ai tradizionali bloccaggi, ma beneficia della particolare conformazione a “ferro di cavallo” del telaio, che mantiene la batteria fissata alla bici con un sistema di chiusura automatico, facendo così dimenticare le rumorose vibrazioni tanto odiate dagli amanti della bici su strada. Sempre in quest’ottica, le tolleranze dei tubi in composito che compongono la spina dorsale della ARTIK-09 sono state spinte al massimo (nell’ordine del decimo di millimetro), affinché l’insieme risulti omogeneo, senza movimenti o rumori.

Il produttore riferisce che con la customizzazione del motore della ARTIK-09 si è cercato risposta a tre requisiti di progetto: l’esigenza estetica (una e-road che richiami nelle linee pulite una bici da corsa tradizionale); l’esigenza funzionale (erogazione di potenza elevata); una migliore distribuzione dei pesi, per offrire un prodotto che, se usato senza accumulatore, non abbia nulla da invidiare alle più Specialissime del brand. La risposta ai tre punti è arrivata dalla miniaturizzazione dei componenti e dall’originale posizionamento del motore, montato sulla ruota posteriore: un sistema innovativo, di tipo brushless e senza ingranaggi, molto performante in salita e con un rapporto di riduzione fino a 13,5:1. Con la spinta al mozzo non si hanno dispersioni di potenza dovute alla trasmissione della catena e tutti i 250 Watt reali vengono scaricati sulla ruota: l’efficienza del motore raggiunge dunque il 91%.

A detta del produttore, il posizionamento arretrato produce un ottimale bilanciamento dei pesi, oltre a consentire un telaio dal design filante. Le connessioni elettriche tra motore e batteria sono integrate nel telaio con grado di sicurezza IP65 (resistenza all’acqua ed umidità). La batteria estraibile e la resistenza al rotolamento, pari a quella di una bicicletta con un mozzo normale, rendono questa bicicletta guidabile anche senza l’assistenza elettrica. Con la sostituzione dei forcellini posteriori, si può montare una ruota da corsa tradizionale.

Una scheda elettronica integrata nel motore permette il dialogo tra lo smartwatch, fornito da C.B.T insieme alla bicicletta, e la power unit: è dunque possibile impostare il livello di assistenza in base al battito cardiaco desiderato. Un’app dedicata (“CBT E-bike”), che viene rilasciata in questi giorni su Play Store per Android e, tra qualche mese, anche per iOS, consente di personalizzare l’erogazione desiderata legandola al battito cardiaco o, grazie a un giroscopio, alle pendenze della strada. I tradizionali livelli di assistenza, che restano accessibili, possono essere settati in tre o cinque differenti erogazioni. La ARTIK-09 ha un peso di 12,6 kg nella misura 54 e vanta una componentistica di prim’ordine, con il gruppo Shimano Ultegra, la sella Fi’zi:k Vejto Argo R5, l’attacco del manubrio Deda Zero1 in lega leggera, manubrio e reggisella Nix in carbonio, ruote DT Swiss for cbtitalia o Nix in alluminio. T

Tutta la parte elettronica della ARTIK-09 è certificata dal laboratorio indipendente Teseo (gruppo Eiffage) che vanta collaborazioni di altissimo profilo in campo aerospaziale, aeronautico, automobilistico e militare.

Prodotta in cinque misure, dalla 49 alla 58, la e-road ARTIK-09 è già disponibile sul mercato al prezzo di 5.100 Euro. Il produttor fa sapere che prima di essere spedita all’acquirente, ogni singola bici viene testata sui banchi di prova, sottoponendo la batteria ad un ciclo completo di carico e scarico, con la simulazione di 100 km di percorso.


Su Macitynet trovate tutte le notizie sulle innovazioni per auto e mobilità smart nella nostra sezione ViaggiareSmart.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,827FollowerSegui