Atari, il mito dei giochi lancerà dispositivi per la casa smart

Atari torna sul mercato. Niente console o giochi ma prodotti per l’Internet delle Cose. Collaborazione con un'azienda francese per operare in nuovi mercati: casa, controllo animali domestici e sicurezza

Atari

Atari, nome storico dell’industria dei videogiochi e dell’hardware per uso videoludico, fa il suo ingresso nel settore della domotica. In collaborazione con SIGFOX, azienda francese specializzata nei network wireless e oggetti connessi a basso consumo per l’Internet of Things (IoT), ha annunciato una partnership per lo sviluppo di una serie di nuovi dispositivi connessi che saranno commercializzati con marchio Atari.

Per SIGFOX si tratta di una buona mossa di marketing. I suoi prodotti sono diffusi ma il brand Atari consentirà di dare certamente un impulso e maggiore visibilità ai dispositivi. L’idea è proporre il marchio Atari per oggetti di vario tipo, inclusi anche dispositivi smart e complessi che consentono agli utenti di conoscere la posizione e lo stato di funzionamento. Si partirà da prodotti per la casa, per il controllo di animali domestici e la salute, dispositivi presentati dal produttore come in grado di vantare grande autonomia, semplicità di accoppiamento e connessione alla rete.

Atari, l’azienda creata dal mitico Nolan Bushnell, ha vissuto varie vite e cambiato “pelle” più volte, il più delle volte incapace di gestire un patrimonio di idee e persone incredibili. Non è più l’azienda splendente e rigogliosa di un tempo, e quello attuale appare l’ennesimo tentativo di ridare splendore al marchio che più volte ha dovuto affrontare problemi finanziari di varia natura…

Nolan Bushnell (il primo a credere e finanziare il settore dei navigatori satellitari) attualmente è consulente per il produttore mobile Stil, azienda che dovrebbe lanciare alcuni nuovi giochi per il settore mobile nel 2017.

Sigfox e Atari