Avantek TG-3B, il termometro digitale a infrarossi per uso domestico e industriale

Macitynet mette alla prova Avantek TG-3B, un termometro digitale ad infrarossi per misurare a distanza la temperatura di qualsiasi oggetto e superficie compresa tra -50°C e 500°C. Per cuochi, hobbisti, meccanici e amanti del fai-da-te.

Avantek TG-3B
controlliamo la cottura della carne

Chi ama passare il tempo tra i fornelli ma anche chi si ingegna in riparazioni fai-da-te deve assolutamente prendere in considerazione l’acquisto di un termometro digitale ad infrarossi come l’Avantek TG-3B che la nostra redazione ha messo alla prova nelle scorse settimane.

Questo dispositivo, nel caso specifico capace di misurare temperature comprese tra i -50°C ed i 500°C, trova spazio tanto in casa quando in ambienti industriali, dove spesso è molto utile verificare la temperatura di parti meccaniche, mura, tubature, frigoriferi ed altri oggetti in qualche caso anche a distanza di sicurezza.

Avantek TG-3B

A cosa serve, qualche esempio

Può essere utilizzato per accertarsi che il motore dell’automobile o della moto, dopo essere rientrati in casa, si sia raffreddato a sufficienza per poter cominciare a lavorarci senza incorrere ad ustioni. Può anche essere usato per controllare la temperatura dell’olio per la frittura o per verificare che il forno abbia realmente raggiunto la temperatura prefissata.

Ancora, può fare la differenza quando si desidera verificare la tenuta del calore delle finestre in estate e inverno oppure per controllare la temperatura dell’asfalto prima di uscire con il cane per una passeggiata nelle ore più calde della giornata, oltre che per misurare la temperatura che raggiunge un’area specifica del computer quando messo sotto stress per valutare la possibilità di affiancare alla macchina una o più ventole di raffreddamento.

Avantek TG-3B

Com’è fatto

Nella confezione trovano posto il termometro, il manuale utente (in inglese) ed una batteria 6F22 da 9V. Quest’ultima, a nostro giudizio, è forse l’unica nota negativa in un prodotto che, nel corso dei giorni, ha dato prova di essere anche più utile di quanto inizialmente ipotizzato. Avremmo certamente preferito batterie più facili da reperire in casa, ma soprattutto abbiamo trovato scomodo il collegamento attraverso i fili vaganti che spuntano fuori dal manico (un sistema che ci ha ricordato le vecchie macchinine telecomandate della nostra infanzia).

A parte questo, chiusa la batteria nell’apposito vano, il termometro appare solido e ben costruito. Dalla forma “a pistola”, è realizzato interamente in plastica, satinata al tatto e con un manico comodo e facile da impugnare. E’ dotato di un display LCD molto ampio, facile da leggere anche – nel nostro caso – senza occhiali da vista, inoltre è retro-illuminato risultando così usabile anche in ambienti bui o scarsamente illuminati.

Sotto al display quattro pulsanti, facilmente raggiungibili con il pollice, permettono rispettivamente di accendere/spegnere la retroilluminazione dello schermo, selezionare la scala di misurazione (°C oppure °F), attivare/disattivare il puntatore laser ed un tasto MODE che memorizza temporaneamente la temperatura massima e minima registrata durante l’ultima misurazione.

Frontalmente un quinto tasto attiva la misurazione, che può essere eseguita anche a 10-15 centimetri di distanza dal punto interessato. E’ possibile mantenerlo premuto anche per decine di secondi anche se sono già sufficienti 5-7 secondi per ottenere una misurazione quanto più corretta e precisa possibile.

Test sul campo di Avantek TG-3B

La nostra prima prova, la più attesa tra tutte, riguardava la verifica della temperatura del forno. Ci siamo infatti trasferiti da poco più di un mese in un’altra città e, nel nuovo appartamento, abbiamo fin da subito avuto qualche dubbio circa il corretto riscaldamento del forno in cucina: in effetti, grazie a questo termometro abbiamo potuto verificare che il forno impiega molto più tempo per raggiungere i 200 gradi, nonostante l’indicatore del forno ci assicurava che la temperatura era stata raggiunta molto prima.

Si è dimostrato particolarmente utile anche nella cottura della carne. Qualche volta è capitato che una porzione fosse meno cotta di un’altra, questo perché il fornello (anche questo non proprio affidabile come ci si aspetterebbe…) non riscalda la bistecchiera in maniera uniforme. Con il termometro abbiamo potuto tenere sotto controllo la temperatura di ogni zona, in questo caso aiutandoci con l’indicatore laser per una migliore precisione nel puntamento, spostando e girando di volta in volta le bistecche nelle zone più calde per una cottura quanto più uniforme.

La precisione del termometro è di circa ± 1°C, troppo se si decide di usarlo, per esempio, per controllare la temperatura corporea. Confrontandolo con un altro termometro specifico per questo utilizzo, infatti, abbiamo potuto constatare che i nostri 36,8°C erano troppo lontani dai 35,9°C misurati dall’Avantek TG-3B per ritenerlo sufficientemente affidabile in questo contesto.

Avantek TG-3B

Conclusioni

Questo prodotto è senz’altro comodo per hobbisti, cuochi, meccanici, operai e chiunque dovesse sentirne il bisogno sia casa che in ambienti industriali. Entra tranquillamente in un tascone dei pantaloni, non è neanche troppo pesante (pesa circa 150 grammi batteria compresa) e può davvero fare la differenza in più di una situazione.

L’utilizzo è praticamente istantaneo, è sufficiente premere e tenere premuto il grilletto per qualche secondo e puntarlo verso la superficie per cui si desidera misurare la temperatura. E’ anche possibile spostarlo piuttosto rapidamente ad esempio lungo una parete e, dopo aver rilasciato il pulsante, verificare la temperatura minima e massima attraverso il tasto MODE. Nel caso si dovessero rivelare temperature sospette non resta che attivare il puntatore laser ed eseguire una scansione più precisa, zona per zona, fino a rintracciare quella “incriminata”.

Difficile dare un giudizio sulla durata della batteria. Noi l’abbiamo usato tutti i giorni, più volte al giorno, anche semplicemente “per gioco” misurando qualsiasi cosa ci capitasse sotto al naso, con il puntatore e la retro-illuminazione sempre accesi. Ovviamente non si è ancora scaricata, né è mai comparso l’indicatore che, stando al manuale, dovrebbe avvisare l’utente quando l’energia della batteria sta per esaurirsi completamente. Complice dell’ottima autonomia è sicuramente l’assenza di un tasto On/Off per accendere e spegnere il termometro: di fatto, si spegne automaticamente dopo 7 secondi di inattività.

Avantek TG-3B

Pro

– Misura la temperatura di qualsiasi superficie in pochi secondi
– Ha un range di operatività molto ampio (-50°C +500°C)
– Display ampio e retroilluminato
– Puntatore laser per maggiore precisione
– Spegnimento automatico dopo 7 secondi di inattività

Contro

– Batteria scomoda da sostituire
– Non è sufficientemente preciso (± 1°C) per misurare la temperatura corporea

Design:
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Facilità-d'uso:
5 out of 5 stars (5,0 / 5)
Prestazioni:
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Qualità/Prezzo:
5 out of 5 stars (5,0 / 5)
Average:
4.8 out of 5 stars (4,8 / 5)

Prezzo al pubblico

Avantek TG-3B è in vendita su Amazon per 25,99 euro.