Ford e Google collaborano per Android Auto e veicoli connessi

Google e Ford hanno annunciato una collaborazione unica nel suo genere «Che promette di trasformare sia Ford che l’industria automobilistica», come dichiarato dallo stesso ​​CEO di Google Cloud, Thomas Kurian, durante una conferenza stampa virtuale tenutasi lunedì scorso.

Entrambe le compagini, si legge nella dichiarazione, credono che il rapporto tra Google e Ford creerà una forza innovativa, come dichiarato da David McClelland, vicepresidente per la strategia e le partnership di Ford:

«Accelererà la modernizzazione della nostra attività e di Ford e, cosa più importante, ci consentirà di superare le aspettative dei nostri clienti»

Secondo i termini della collaborazione, che avrà durata di sei anni, Ford ha nominato Google come suo fornitore di servizi cloud preferito e, a partire dal 2023, milioni di veicoli Ford e Lincoln opereranno utilizzando Android Auto, dunque facendo uso anche delle app di Google, come Assistant e Maps, incorporati nel sistema di infotainment. Ovviamente, i possessori di iPhone non avranno di che preoccuparsi, considerando che Ford continuerà a supportare Apple CarPlay e le funzionalità Amazon Alexa in futuro.

Le due società prevedono, inoltre, di creare un gruppo di lavoro collaborativo, denominato Team Upshift, che lavorerà per «Spingere i confini della modernizzazione, sbloccare esperienze personalizzate dei clienti e promuovere opportunità dirompenti basate sui dati.

Con AAWireless Android Auto senza fili è su tutte le macchine

«Ad esempio, creeremo nuove esperienze di vendita al dettaglio per i clienti quando acquistano un veicolo»

Il team Upshift collaborerà con i produttori di app di terze parti per sviluppare servizi aggiuntivi rivolti al conducente e di infotainment per i veicoli Ford basati su Android.

Abbiamo anche il meccanismo per ottenere dati dalle auto. Può anche entrare nel sistema di analisi nel cloud e fornire funzionalità, ad esempio, aiutando il consumatore a rilevare quando portare la propria auto per far valere le garanzie di servizio

Tuttavia, a livello di sicurezza, come ricorda anche engadget, McClelland ha chiarito che nessun dato personale raccolto dai conducenti sarà reso disponibile a sviluppatori di terze parti.

Una volta che hai una piattaforma che ti consente di ottenere dati e analizzarli, ci sono molte esperienze molto semplici ma trasformative che puoi offrire ai conducenti: ad esempio, assisterli quando hanno bisogno di fissare un appuntamento di servizio con il concessionario o aiutarli a fare acquisti migliori personalizzando le esperienze di acquisto

In qualità di fornitore preferito di servizi cloud e a partire dalla fine dell’anno, Google aiuterà Ford a sfruttare le tecnologie di Artificial Intelligence, Machine Learning e analisi dei dati di Google Cloud per accelerare la trasformazione digitale della casa automobilistica, modernizzarne le operazioni e supportare le tecnologie dei veicoli connessi con il cloud di Google Assistant, Google Maps (come sistema di navigazione principale), Google Play e altri servizi ancora.

Per tutte le notizie riguardanti Android Auto, il link da seguire è direttamente questo. Per tutti gli articoli di macitynet che trattano di automobili, veicoli elettrici e mobilità smart rimandiamo alla sezione ViaggiareSmart del nostro sito.

Offerte Speciali

iPhone 14 Pro Max, nei test due ore in più di batteria rispetto a iPhone 13 Pro Max

iPhone 14 Pro su Amazon costa meno di iPhone 14 Plus

Su Amazon va in sconto l'iPhone 14 Pro nella versione da 256 GB. Solo 1099 euro, meno del prezzo di un iPhone 14 Plus

Ultimi articoli

Pubblicità