Hoverboard, l’Australia dice No

L'Australia prende posizione sugli "hoverboard" vietandoli in tutto il paese: sono pericolosi, chi viene sorpreso ad usarli pagherà una multa salata

Gli hoverboard, o meglio i dispositivi a due ruote ad alta velocità senza sterzo diretto che ricordano i sistemi di navigazione sospesi in aria, sono vietati in Australia. Anche il continente oltreoceano, dopo lo stato di New York, ha deciso che i nuovi  modelli di scooter elettrici ultrasemplificati saranno un prodotto illegale in tutto il paese.

«Gli hoverboard sono tra i regali più gettonati per questo Natale» ha spiegato Duncan Gay, del Partito Nazionale d’Australia «ma abbiamo bisogno di mettere al primo posto la sicurezza. Non voglio fare il Grinch della situazione, ma gli hoverboard non lo sono affatto».

Schermata 2015-11-25 alle 09.22.18

Hoverbooard o… quasi

Per chi non li conoscesse gli hoverboard, nell’accezione più larga del termine, sono dispositivi simili al Segway, ma non hanno le maniglie o piantone dello sterzo e sono molto più piccoli e portatili, nonché veloci, visto che possono raggiungere una velocità di 26 km orari. Il vice-presidente del consiglio esecutivo australiano ha messo in luce tutta la sua preoccupazione verso questi dispositivi motorizzati in quanto non richiedono alcuna formazione per essere usati, non hanno freni adeguati e, soprattutto, non dispongono di indicatori o luci di segnalazione, quindi sono del tutto pericolosi quando messi in strada.

Il costo relativamente basso, di circa 150 euro, potrebbe far scoppiare una vera e propria moda che l’Australia vuole invece troncare sul nascere: «Chi verrà sorpreso ad utilizzare un hoverboard sarà multato e costretto a pagare fino a 637 dollari».

Hoverboard