Iovine accusato per commenti di apparente natura sessista, subito le scuse

I commenti di Jimmy Iovine riguardo un nuovo spot di Apple Music non sono piaciuti: sui social media scattano le accuse di discriminazione sessista verso le donne

jimmy iovine

Jimmy Iovine, creatore di Beats ingaggiato da Apple per collaborare su Apple Music, è finito nel mirino per alcuni commenti durante una intervista a CBS conclusasi nelle scorse ore. Chiamato per partecipare ad un servizio incentrato sullo streaming musicale, avrebbe affermato che «Le donne qualche volta hanno difficoltà a trovare la musica giusta» giustificando così il sistema con cui Apple Music sarebbe in grado di suggerire i brani.

Sulla stessa scia, ha aggiunto «Sono partito dal problema che le ragazze si riuniscono in cerchio e parlano dei ragazzi. Si lamentano di loro, specialmente quando hanno il cuore spezzato. Per superare quei momenti hanno bisogno della musica, no? Però è difficile trovare quella giusta. Non tutti hanno una playlist fatta su misura, ancora meno conoscono un DJ».

Sono bastate queste parole par far scatenare commenti negativi sui social media, placati poi da una rapida dichiarazione a BuzzFeed con il quale Iovine si è scusato pubblicamente «Abbiamo creato Apple Music per aiutare chiunque a trovare la musica giusta: uomini, donne, giovani e anziani. Il nostro nuovo annuncio pubblicitario si concentra sulle donne ed è per questo che ho concentrato le attenzioni su quello, ma ovviamente il concetto vale anche per gli uomini. Avrei potuto scegliere meglio le mie parole, e di questo me ne scuso».

Apple CEO Tim Cook, right, hugs Beats by Dre co-founder and Apple employee Jimmy Iovine at the Apple Worldwide Developers Conference in San Francisco, Monday, June 8, 2015. The maker of iPods and iPhones announced Apple Music, an app that combines a 24-hour, seven-day live radio station called "Beats 1" with an on-demand music streaming service. (AP Photo/Jeff Chiu)