fbpx
Home Hi-Tech Android World ItalyGuides, lancia la sfida: panorami VR anche per iPad

ItalyGuides, lancia la sfida: panorami VR anche per iPad

italyguides ipad
DIDASCALIA

ItalyGuides.it, portale turistico di ComPart Multimedia, si prepara per il lancio di iPad. Il sito Web, uno dei più frequentati ed originali del panorama italiano, dedicato a presentare guide di alcune delle più belle città italiane, accompagnando il visitatore con audioguide (anche per iPod), filmati e panoramiche, ha infatti debuttato oggi con tecnologie tutte compatibili con i dispositivi mobili Apple.

Questo ha significato riconvertire da Flash in HTML5 una buona parte dei contenuti multimediali, inclusi le panoramiche di alcuni monumenti utilizzando un nuovissimo plug-in che permette finalmente la visione dei panorami virtuali anche su iPad e iPhone.

«Abbiamo collaborato – ci spiega Leonardo Calandra, responsabile per progetto alla ComPart Multimedia – con AdVRtualise durante lo sviluppo e nel testing del plug-in “moblVR” nel corso delle ultime settimane per rendere l’esperienza di navigazione di ItalyGuides.it estremamente godibile e priva di limitazioni a tutti gli utenti iPad ed iPhone. In nuovo player basato su specifiche html5 è estremamente veloce e leggero, ideale per ridurre al minimo l’uso del processore dei dispositivi mobili e in ultima analisi risparmiarne i consumi di batteria»

La navigazione con iPad e iPhone è estremamente pratica e semplice. Sarà il sistema infatti ad accorgersi se l’utente sta navigando utilizzando un iPhone, un iPad o un normale computer Mac o Windows fornendo il player più adatto. In un secondo momento il player HTML5 sarà esteso anche ai PC e Mac dotati del browser Safari, o basato su Webkit come Google Chrome, garantendo un notevole risparmio della batteria anche su notebook.

Quello di ComPart Multimedia può essere visto come esperimento, un test che può servire a misurare difficoltà tecniche e prospettive di successo di una tecnologia di cui oggi si parla molto anche dopo la lettera aperta di Steve Jobs sul sito Apple. Inevitabile, quindi, una domanda sullo switch da Flash ad HTML5, ci sono davvero vantaggi? E quali sono gli svantaggi?

«Ci siamo sempre adeguati alle nuove tecnologie molto rapidamente – ci dice Leonardo Calandra -; siamo stati tra i primi al mondo d offrire delle panoramiche virtuali (basate sul vecchio motore di QuickTime Virtual Reality – QTVR), nel 2005 fummo anche i primi a concepire e realizzare la prima audio guida in mp3. Ora partiamo per questa nuova avventura. Come ComPart abbiamo sviluppato e sviluppiamo tantissimo in flash ma le potenzialità di HTML 5 sono decisamente interessanti soprattutto come integrazione e aggiornamento dei vari contenuti. Per come la vediamo qui oggi la battaglia è tra una promettente tecnologia che muove i primi importanti (ed incerti) passi e una seconda ben consolidata che mostra tutti i segni e gli acciacchi dell’età»

Lee Strasheim e Bill Podbielski, creatori di AdVRtualise che usa, appunto, le nuove tecnologie per dare la possibilità di integrare panorami virtuali compatibili con la piattaforma iPhone e iPad, lavorano da alcuni anni ad un plug-in per panorami virtuali che non richieda Flash. «Abbiamo cominciato il progetto AdVirtualize sei anni fa – dice a Macitynet Lee Strasheim – ma è stato il nostro apprezzamento e la passione per la piattaforma iPhone a spingerci a creare moblVR. Tecnicamente lo script è realizzato in html, css e javascript, tutte componenti di HTML 5. Personalmente, come creatore di panorami virtuali, ho sempre apprezzato Flash perché è installato ovunque e strumenti di Virtual Reality come KR Pano e Flash Panorama Player sono in grado di creare tours altamente interattivi e accattivanti, ma è anche vero che la differenza di prestazioni tra Mac e Windows è notevole. In più mettere contenuti in Flash in un sito non è così intuitivo; infine ci sono diverse versioni di Flash e quindi un utente deve spesso aggiornare per vedere il tour virtuale».

italyguides ipad

Quindi la posizione di Jobs su Flash, considerato lento e macchinoso da utilizzare su piattaforma mobile e anche problematico dal punto di vista delle risorse, è condivisibile dal punto di vista di uno sviluppatore? «Da questa prospettiva – ci dice ancora Lee Strasheim – devo dire che concordo: il futuro per i dispositivi mobili è HTML 5 e non Flash. Apple ha fatto la scelta giusta nell’implementare le specifiche HTML 5; molte funzioni sono accelerate via hardware così che moblVR opera con una frazione delle risorse che richiederebbe Flash. Ci sono differenze tra vari web browsers ma il WebKit che usa Apple è stato adottato da tutti i principali produttori di telefoni così lo sviluppo cross platform dovrebbe essere minimo»

I problemi, semmai, derivano dalla mancanza di strumenti ad hoc: «devo creare il codice manualmente – ci dice ancora Strasheim – è come agli albori del web quando non c’erano strumenti specifici e i tutorial erano piuttosto frammentari. Quando si riesce a raggiungere l’obbiettivo che ci si è prefissi è quasi come conquistare un premio».

Il progetto ItalyGuides, dunque, è in un tempo un punto di partenza e un traguardo e anche un banco di prova per una tecnologia che, comunque se ne pensi, arriverà presto a misurare la sua forza contro Flash. Il successo dipenderà, molto probabilmente, dal successo della piattaforma mobile di Apple, iPhone ma anche iPad. I primi segnali sembrano interessanti come fa notare Leonardo Calanda «Subito dopo il week-end di lancio abbiamo registrato un buon numero di visitatori con iPad ed oggi siamo come accessi già al pari di Android 0,12% mentre iPhone e iPod è allo 0.98%».

 

Offerte Speciali