L’accordo con Apple porta premi per milioni nelle tasche dei manager Qualcomm

Piovono dollari per tutti i dirigenti Qualcomm. L'accordo con Apple che pone fine a tutte le dispute legali in corso, è una manna dal cielo per i manager che hanno ricevuto come premio massicci bonus in previsione dell'incremento dei ricavi e della passività associata.

Qualcomm

Steve Mollenkop, amministratore delegato di Qualcomm, ha ricevuto massicci bonus per l’accordo con Apple, ma anche altri dirigenti del produttore di chip-modem sono stati premiati. È quanto riportato in documenti inviati alla SEC, la Commissione di Controllo della Borsa statunitense.

Mollenkopf, riferisce CBNC, ha ricevuto il bonus maggiore: 40794 azioni Qualcomm, corrispondenti a un valore di poco più di 3 milioni e mezzo di dollari, tenendo conto che venerdì le azioni Qualcomm hanno chiuso a 85,84$. Secondo i dati di FactSet ReseArch System, il manager ha ottenuto un compenso di poco meno di 20 milioni di dollari lo scorso anno.

Le quote di partecipazione ricevute, rafforzano ulteriormente l’idea che Qualcomm ha ottenuto la meglio dalle condizioni dell’accordo. La Mela e il produttore di chip-modem, si sono scontrate nei tribunali di varie parti del mondo su questioni relative alle proprietà intellettuali che consentono ai chip di iPhone il collegamento alle reti di telefonia cellulare. Dopo battaglie per le quali non sembrava esserci via di uscita, Qualcomm e Apple hanno finalmente deciso di pone fine a tutte le dispute legali in corso, inclusa quella con i subfornitori Apple e lee aziende hanno stipulato un accordo globale di licenza di brevetto e un accordo per la fornitura di chipset. È stato stipulato un accordo di licenza della durata di sei anni, con validità dal 1° aprile 2019 e possibilità di proroga per ulteriori due anni, e un accordo pluriennale per la fornitura di chipset.

Steve Mollenkopf
Steve Mollenkopf

Apple non viene nominata ma “nel riconoscere queste sovvenzioni”, si legge nella documentazione presentata alla SEC, “il Comitato per le Remunerazioni tiene conto dell’anticipato lungo periodo di valore per gli azionisti risultante dall’accordo con un cliente-chiave dell’azienda”, un riferimento non troppo velato alla Casa di Cupertino.

Il Presidente di Qualcomm, Christiano Amon ha ricevuto 24.930 azioni (valore: 2.1 milioni di dollari); lo Chief Technical Officer James Thompson ha ricevuto 19.264 azioni corrispondenti a 1.64 milioni di dollari); Il consigliere legale Donald Rosenberg ha ricevuto 14.165 azioni corrispondenti a 1.2 milioni di dollari e il CFO a interim David Wise ha ricevuto 2958 azioni per un valore di 253.915$.

Per l’accordo con Apple, si prevede un incremento dei ricavi per Qualcomm tra i 4.5 e i 4.7 miliardi di dollari. Tali ricavi sono stati già inclusi nella guidance per il prossimo trimestre. Il produttore di chip-modem ha esplicitamente spiegato che il risultato previsto è frutto della conciliazione con Apple e della passività associata.