fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato L'antitrust UE sospetta pressioni per l’adozione di Apple Pay

L’antitrust UE sospetta pressioni per l’adozione di Apple Pay

Apple Pay ha attirato le attenzioni dei vertici UE già da diversi mesi, ma di recente sono stati attivati alcuni canali per scoprire se attorno al servizio di pagamento mobile di Apple possano annidarsi pratiche anti concorrenziali. A dichiararlo Margrethe Vestager, a capo dell’antitrust europeo.

I commenti e le preoccupazioni arrivano dopo la diffusione di un questionario UE alla fine del mese scorso, come riporta Reuters, con il quale è stato chiesto ai commercianti online se avevano ricevuto richieste al fine di utilizzare Apple Pay, invece che servizi concorrenti.

Abbiamo posto molte domande perché abbiamo molte preoccupazioni su pratiche anti concorrenziali quando si tratta di Apple Pay

Queste le dichiarazioni del commissario europeo alla concorrenza Vestager, che non ha, però specificato, chi abbia avanzato tali preoccupazioni. In una intervista con Reuters lo scorso anno, Vestager aveva avanzato la possibilità di indagare su Apple Pay in caso di reclami formali. Ed allora, è verosimile che qualcuno abbia effettivamente avanzato richieste alla Commissione europea in tal senso.

Apple Pay, ricordiamo, è stato lanciato nel 2014 ed è disponibile attualmente in oltre 50 paesi, tra cui oltre 20 Stati membri dell’UE. Apple ha più volte affermato che il suo sistema di pagamento mobile offre la soluzione più sicura sul mercato, oltre che una delle più semplici da utilizzare, come dimostrato dalle migliaia di banche che lo supportano.

Apple Pay in Olanda ora disponibile con ING

Vestager, si è guadagnata la reputazione di forte difensore della concorrenza, specialmente contro le società tecnologiche, irrogando pesanti multe a diverse società, ordinando loro di modificare radicalmente le pratiche poste in essere.

Apple promuove la sicurezza di Apple Pay, ma da più parti sono state denunciati comportamenti della società anti concorrenziali, come il blocco chip NFC nei dispositivi iOS, così da funzionare solo con Apple Pay, rendendo difficile l’utilizzo di altri servizi di pagamento.

Le preoccupazioni antitrust su Apple Pay, comunque, non rappresentano l’unica questione aperta tra Apple e l’Unione europea, poiché la Commissione sta ancora affrontando la denuncia di Spotify secondo cui App Store di Apple svantaggia ingiustamente gli sviluppatori di app di terze parti, a favore delle app e dei servizi creati direttamente dalla multinazionale di Cupertino.

In questo articolo di macitynet tutto quello che c’è da sapere su Apple Pay in Italia e come utilizzarlo.

Offerte Speciali

iPhone 8 64 GB in sconto: solo 480 € su Amazon

Risparmiate su iPhone 8 64 GB: solo 480 €

Su Amazon iPhone 8 scende al prezzo più basso di sempre. Lo pagate solo 480 euro, 80 euro meno del prezzo Apple
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,429FansMi piace
95,256FollowerSegui