HomeNewsPrimi contatti con VirtualPC 4.

Primi contatti con VirtualPC 4.

Non abbiamo ancora potuto fare un accurato test al prodotto in questione (disponibile negli Stati Uniti da soli 7 giorni) ma illustreremo le qualita’ dell’upgrade a Connectix VirtualPC 4 ai nostri lettori non appena saranno rese disponibili le copie dalle nostre parti (sembra che questo ci porti ad attendere fino a gennaio inoltrato); ricordiamo che la time line ufficiale e’ cosi’ strutturata: VPC 4 con Win98 da giovedi’, VPC 4 con PC-DOS 2000 dal 23 dicembre e VPC 4 con WinME dall’11 gennaio, probabilmente in occasione del MacWorld di San Francisco, dove arriveranno altre novita’.
Tra le caratteristiche piu’ interessanti di VPC citiamo il raddoppio della velocita’ rispetto alla precedente versione 3, supporto di piu’ grandi dischi immagine (finalmente ottimizzati rispetto alla versione 3… dettagli presto sulle pagine di Connectix), possibilita’ di far girare multipli sistemi operativi per PC (Win98 e Win2000 oppure 2 copie di WinME contemporaneamente con un solo VirtualPC senza rallentare la performance generale grazie alle separate allocazioni di memoria di ogni OS dall’applicazione).
Viene anche promessa una versione di VPC funzionante su MacOS X per il momento del rilascio definitivo del nuovo sistema operativo di Apple.
Nel frattempo affidiamoci ai “cugini” americani di MacFixIt esperti nella segnalazione, ed eventualmente cura, dei problemi legati al mondo Mac, qui una selezione dei bug appena scoperti (in continuo aggiornamento):
* Installazione – aggiornando da VPC 2 a VPC 4 si e’ scoperto che e’ meglio cancellare la vecchia versione dall’hard disc, reinstallarla nuovamente e poi procedere all’upgrade.
* Browser – Netscape 4.7 va in crash con messaggio “illegal operation” su alcune pagine JavaScript (nessun problema di questo tipo con VPC 3)
* Linux – la versione RedHat di Linux non funziona, contrariamente funzionava bene con VPC 3.
* Network – con la nuova versione di VPC sparisce il server e tutta la ramificazione Netware Novell e la connessione sparisce senza alcun messaggio di errore (con VPC non si era verificato questo errore).

* Condivisione – con una o piu’ cartelle condivise alcune applicazioni (per esempio Illustrator 8 e QuarkXPress) si “inchiodano” tentando di aprire i documenti in contenuti in esse, sembra che sia sufficiente disabilitare la condivisione dell cartelle, alternativamente si puo’ copiare l’applicazione in Windows e farla girare da quel sistema operativo(n.d.fmz bella scoperta!).

* TCP/IP – con Win95 (e non con Win2000) non funzionano piu’ le connessioni TCP/IP (funzionavano bene con VPC 3) specialmente se VPC e’ in background durante l’avvio del primo sistema operativo veramente a finestre di Microsoft, bisogna raggiungere il pannello di controllo Network, selezionare TCP/IP -> PCI Ethernet DECchip 21041 Based Adapter, scegliere Properties e nell’opzione IP Address “Obtain an IP address automatically”.

* CD-Rom – dopo l’upgrade il sistema non riconosce il CD-Rom rendendo impraticabile l’update di alcune parti (video) hardware PCI come richiesto dall’aggiornamento; soluzione 1] bisognerebbe copiare (dal CD-Rom di Windows 98 SE) la directory WIN98 nell’hard disc successivamente si installano i wizard hardware e le periferiche non plug-and-play con Windows 98, cosi’ facendo si trova il supporto video S3, i controller per IDE, le schede audio e altro ancora e, se viene richiesto il CD-Rom di Win98, basta installare i driver necessari sull’hard disc, nella cartella WIN98, al riavvio dovrebbe essere tutto normale; soluzione 2] al momento del messaggio che chiede il CD-Rom di Win98 cliccare “browse” e arrivare a C:Windows (dove normalmente c’e’ il sistema operativo), entrare in System e cliccare OK. Connectix ha dichiarato che il problema puo’ verificarsi con la prima edizione di Window 98 che accompagnava VPC 2.x, mentre. Un utente nota che l’icona del CD-Rom appare sulla scrivania del Mac ma non in Win, un altro che Connectix suggerisce l’uso del driver 1.3.8 di Apple CD/DVD anche se l’ultima versione attualmente disponibile al pubblico e’ la 1.3.5 (la versione 1.3.9 e’ presente solo su alcuni degli ultimi Mac e su Mac OS 9.1 -non ancora rilasciato-, dove si conferma il buon funzionamento del CD). Disabilitare, eventualmente, l’estensione Toast CD Reader funge da prevenzione.
* vari – segnalata l’incompatibilita’ tra VPC e FWB CD-Rom Toolkit 3 e 4; con un secondo monitor (iX3D) collegato si possono verificare dei problemi di “video bianco”; con DAVE 2.5.1 usato per fare file management dal lato PC si ottiene questo messaggio “only one NetBIOS client can be running” e successivamente lo spegnimento di VPC (con DAVE 2.1, Mac OS 9.0.4 e VPC 4 con Win2000 non sussiste il problema descritto); celle di Excel 97 su VPC 4 non riconoscono alcuni numeri, per esempio inserendo 27.456 viene visualizzato 27.4559999925494 (non succedeva con VPC 3); in VPC 4 non funziona piu’ la combinazione di tasti “Command+W” (in VPC 3 funzionava) equiparabile a “Alt-F4”, fa chiudere il programma.
Molti altre segnalazioni raccontano di felici utenti del nuovo VirtualPC 4 che si rivela complessivamente un buon applicativo per chi ha esigenze di far funzionare sistemi operativi diversi Mac OS continuando ad usare un Macintosh.
Virtual PC viene distribuito in Italia, con manualistica italiana, da Melaeffe.

Offerte Speciali

macbookpro14e16

Sconti su MacBook Pro 16″ e MacBook 14″, risparmiate fino a 530 euro

Continuano gli sconti importanti di Amazon sui Mac. Ecco tutti i migliori affari di oggi con risparmi fino a oltre 500 euro
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial