fbpx
Home Hi-Tech Android World Qualcomm denunciata in Regno Unito per presunta violazione antitrust

Qualcomm denunciata in Regno Unito per presunta violazione antitrust

Circa 29 milioni di utenti in Regno Unito in possesso di un telefono Apple o Samsung potrebbero avere diritto a un risarcimento collettivo di 480 milioni di sterline, circa 550 milioni di euro, nel caso in cui andasse in porto l’azione legale proposta contro Qualcomm da un’associazione a tutela dei consumatori.

L’associazione Which? ha citato in giudizio Qualcomm in Regno Unito per presunta violazione della legge sulla concorrenza, approfittando del suo predominio nel mercato delle licenze di brevetto e dei chip. Come riportato dalla BBC, Which? afferma che Qualcomm ha addebitato ad Apple e Samsung licenze e commissioni gonfiate, che sono state poi trasferite ai consumatori sotto forma di prezzi smartphone più elevati.

qualcomm regno unito

Which? chiede, dunque, a Qualcomm fino a 30 sterline di rimborso per ciascun utente, circa 35 euro a testa, come risarcimento danni, per circa 29 milioni di persone nel Regno Unito che possiedono smartphone Apple o Samsung acquistati a partire dal primo ottobre 2015. Per i possessori di smartphone Apple, questo include iPhone 6s e 6s Plus, e dispositivi più recenti.

L’associazione di tutela dei consumatori ha presentato il suo ricorso legale al tribunale d’appello della concorrenza, che alla fine deciderà se la causa può procedere o meno.

Riteniamo che le pratiche di Qualcomm siano anticoncorrenziali e finora hanno prelevato circa 480 milioni di sterline dalle tasche dei consumatori. Questo deve finire. Stiamo inviando un chiaro avvertimento che se aziende come Qualcomm si dedicano a pratiche manipolative che danneggiano i consumatori, Which? è pronta ad agire

Rispondendo al caso, Qualcomm ha affermato che l’azione non ha “basi”:

Come i querelanti sanno bene, le loro affermazioni sono state effettivamente messe a tacere la scorsa estate da una giuria unanime presso la Nona Corte d’Appello negli Stati Uniti

Questa non è affatto la prima volta che Qualcomm è stata accusata di comportamento anticoncorrenziale. Nel 2018, Qualcomm è stata colpita da una multa di 997 milioni di euro dai regolatori antitrust dell’UE per aver pagato Apple per utilizzare i suoi chip LTE su iPhone e iPad.

Secondo l’indagine della Commissione europea, i pagamenti ad Apple sono avvenuti dal 2011 al 2016 e sono stati effettuati con l’unico scopo di bloccare i concorrenti dei chipset LTE di Qualcomm, come Intel.

Qualcomm, nuova gamma di tecnologie per il WiFi a 6GHz

Nel 2019, una causa antitrust, intentata contro Qualcomm dalla Federal Trade Commission, ha concluso che il modello “nessuna licenza, nessun chip” di Qualcomm, che le consentiva di rifiutare di fornire chip a società senza licenza di brevetto, violava le leggi antitrust federali e imponeva Qualcomm di rinegoziare tutti i suoi termini di licenza con i clienti in buona fede.

Tuttavia, nell’agosto 2020, Qualcomm ha vinto un appello che ha impedito alla società di San Diego di dover rinegoziare i suoi accordi di licenza con i produttori di smartphone. Si attendono sviluppi anche su quest’ultima sfida legale a Qualcomm lanciata in Regno Unito.

Per tutti gli articoli che riguardano Qualcomm vi rimandiamo direttamente a questo indirizzo, invece per le notizie dedicate a Mercato e Finanza si parte dai rispettivi collegamenti. Per i lettori interessati ad Android si parte da qui. Tutto quello che c’è da sapere sulla gamma iPhone 12 è in questo approfondimento di macitynet, infine tutti gli articoli e le notizie sui terminali Apple sono disponibili nella sezione dedicata del nostro sito web.

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro minimo storico: solo 159,98 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano in sconto e ora li "rubate": solo 159,99 euro, quasi 100 euro meno del prezzo Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,201FollowerSegui