Recensione: Infinity Cable, la cover batteria che raddoppia l’autonomia di iPhone 5

Macitynet mette alla prova la cover con batteria Infinity di Cable, distribuita da DM&S. Compatibile con iPhone 5 promette di raddoppiare l'autonomia del nuovo modello del telefono. Ci riesce?

Recensione: Infinity Cable, la cover batteria che raddoppia l’autonomia di iPhone 5

Le batterie supplementari per iPhone sono sicuramente uno dei prodotti “top” nell’offerta accessori; per questo la mancanza di una buona offerta per iPhone 5 spinge a tenere in alta considerazione quei produttori e distributori che stanno spingendo i non troppo numerosi prodotti oggi in commercio. Uno di questi è la Infinity, di Cable portata in Italia da DM&S che abbiamo messo alla prova in questi giorni.

IL DESIGN
La batteria di Cable ha il classico fattore di forma di questo tipo di accessori. Si tratta di un mix tra una custodia e una batteria al Litio che protegge e nello stesso tempo alimenta, quando necessario, l’iPhone. Se si vuol trovare una particolarità questa è nel sistema di installazione. Invece che costringere a qualche contorsione per incastrare iPhone nella custodia oppure nel sistema a due componenti che usano altri produttori, la Infinity ha un curioso ma efficiente blocco su binari per la parte superiore, quella che si apre sul restro per lasciare libera la fotocamera, che scorre senza staccarsi dalla parte con la batteria vera e propria.

Infinity battery case iPhone 5 cableIl resto funziona come si può immaginare: abbiamo un connettore Lightning che si inserisce nell’apposita fessura, le porte audio e microfono libere. La ricarica avviene via Micro-USB che serve anche per la sincronizzazione del dispositivo.

Il fattore di protezione svolto dalla Infinity è medio visto che tutti i lati lunghi nei pressi dello schermo sono lasciati scoperti. In ogni caso, anche se non abbiamo fatto un test specifico (per evidenti ragioni), lasciando cadere l’iPhone è molto probabile che cadrà più probabilmente di schiena e non di “faccia” o di lato a causa del baricentro modificato e a proteggerlo in questo caso ci sarà la batteria. Anche i lati corti saranno tutelati dall’accessorio; soprattutto sarà protetta la parte posteriore dell’iPhone che nella versione nera tende a rigarsi.

 

LOOK
Diffidate quando qualcuno vi dice “questa batteria è come se non ci fosse”. Nessuna batteria supplementare è invisibile o impalpabile e neppure la Infinity lo è. Una volta collegata aumenta lo spessore dell’iPhone e il suo peso. Anche se sulla bilancia segna solo 64 grammi ed è uno dei prodotti della sua classe più leggeri (solo per fare un esempio la elogiatissima Juice Pack Air di Mophie per iPhone 5 pesa 75 grammi e ha una batteria da 1700 mAh), aumenterà di circa il 55% il peso del vostro iPhone (che ne pesa 112) e porta lo spessore da 7,5 mm a 1,4 cm, di fatto il doppio.

D’altra parte le leggi della fisica e le specifiche dei materiali non si possono eludere e il design paga dazio. Detto questo, si deve però sottolineare come il look sia stato curato per minimizzare l’impatto visivo. Il colore e l’opacità delle plastiche riproducono esattamente il dorso dell’iPhone; forse si poteva usare la stessa tinta, invece che optare per un inserto nero lucido, anche nella parte superiore, ma l’effetto non è sgradevole.