fbpx
Home Hi-Tech Android World Recensione Xiaomi Yi camera, l'action cam nuda e cruda ma di qualità

Recensione Xiaomi Yi camera, l’action cam nuda e cruda ma di qualità

Xiaomi non fa solo cellulari, ma compete in moltissimi settori di grande impatto, come quello delle Action Cam. Il primo esperimento è stato fatto con  Yi Cam, un prodotto di buon livello che vuole sfidare GoPro per qualità, offrendo un costo molto appetibile. L’abbiamo provata acquistandola su Amazon al prezzo di 80,00 euro, spese di spedizioni gratis.

Confezione di vendita

Mai come in questo caso è necessario elencare preliminarmente il contenuto del bundle di vendita Xiaomi Yi camera. La solita confezione in cartone, molto minimale e simile a quella della Mi Band, solo un po’ più grande, contiene soltanto la camera, la batteria, il cavetto USB per la ricarica e un manuale in cinese. Null’altro. Xiaomi Yi arriva a casa nuda e cruda, senza alcun accessorio.

La confezione di vendita non prevede alcuna custodia, alcun accessorio per agganciare la cam a caschi, cruscotti di autovetture e, soprattutto, il pack iniziale non presenta nemmeno la Micro SD, necessaria per iniziare a scattare foto e a girare video con la Xiaomi Yi. Insomma, il vero punto debole di questa camera sportiva è tutto qui, nella competa assenza di una qualunque dotazione da cui partire. Così, dopo aver acquistato la camera, sarà necessario anzitutto acquistare una scheda di memoria; non obbligatori, ma comunque consigliati, data la natura del prodotto, risultano case waterproof, agganci e basi per poter montare Xiaomi Yi su caschi, droni o altro.

SAM_4605

In realtà, questa totale assenza di dotazione è assolutamente giustificata dal costo, almeno sul mercato cinese, dove è possibile acquistarla anche con 50 euro, poco più, poco meno. Ovviamente poi importata alle nostre latitudini ci si devono mettere spedizione, IVA e tasse di sdoganamento che portano il prezzo intorno ai 70/80 euro, nel momento in cui arriverà a casa vostra.

Come è fatta

Xiaomi Yi camera rispecchia assolutamente la filosofia del produttore, che da sempre tende di offrire periferiche dai tratti puliti e minimali. E’ così per i telefoni e le televisioni, è stato così per Mi  Band ed è così anche per Xiaomi Yi. Le dimensioni, anzitutto, risultano molto compatte, con misure di 60,4 x 42 x 21,2 mm per un peso contenuto in appena 72 grammi. Nonostante peso, misura e forma possano sembrare del tutto simili alla GoPro, le custodie di quest’ultima camera non sono compatibili con Xiaomi.

Sulla parte frontale della camera, oltre al grande obiettivo, è presente il tasto di accensione/spegnimento, che ha anche la funzione di switchare tra modalità foto e video. Sulla parte superiore della camera, invece, è presente il tasto scatto. Sul retro, oltre il vano batteria, sono presenti ingressi MicroUSB, MicroSD e ingresso Mini HDMI per collegare eventualmente la camera alla TV.

Ovviamente, anche quest’ultimo cavo non è incluso nella confezione di vendita. Sul lato della camera è, invece, presente un piccolo tasto per attivare il WiFi, per collegare la camera allo smartphone/tablet Android o iOS e guardare il feed video in tempo reale. Si tratta di un’opzione estremamente utile, considerato che la camera Xiaomi non presenta alcuno schermo e che, quindi, sarà meglio attivare il collegamento con lo smartphone per verificare la corretta inquadratura prima dello scatto.

SAM_4613

Particolarmente utili, altresì, risultano i tre LED dislocati sulla parte frontale, laterale e superiore della camera. Quando accesi indicano che la camera è in modalità video, quando spenti indicano la modalità foto. Come già accennato, il cambio dall’una all’altra modalità avviene semplicemente con la pressione del grande tasto frontale, posto accanto all’obiettivo.

I tempi di accensione della camera sono davvero ottimi; sono sufficienti pochi secondi per essere pronti a scattare foto e video. In meno di 5 secondi circa è già possibile scattare foto o video: si tratta di una caratteristica particolarmente utile per la tipologia di prodotto. Xiaomi Yi, infatti, è destinata, oltre che agli amanti di sport estremi, anche a quanti desiderano effettuare escursioni, dove potrebbe essere necessario attivare ad un tratto la fotocamera per immortalare improvvisamente una determinata situazione. Un po’ più lenta, invece, l’attivazione del Wi-Fi, che impiega circa 30/40 secondi per attivarsi.

Se collegata a iOS, per il corretto funzionamento della modalità WiFi, è necessario collegarsi alla rete generata dalla camera nel menù opzioni, mentre su Android è sufficiente avviare l’app, che si collegherà automaticamente alla camera.

Offerte Speciali

iPad Pro 2020 disponibili per l’ordine su Amazon: in arrivo mercoledì 25 marzo

iPad Pro 2020 disponibili su Amazon con spedizione pronta

Su Amazon gli iPad Pro 2020 sono finalmente disponibili per l'acquisto e la spedizione. A casa vostra la metà della prossima settimana
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,345FansMi piace
94,931FollowerSegui