Sto caricando altre schede...

Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Foto, Video e Audio Digitale » Recensione Yongnuo 568 EX II, l’unico flash che potrebbe servire al foto amatore

Recensione Yongnuo 568 EX II, l’unico flash che potrebbe servire al foto amatore

Pubblicità

Quando si acquista una reflex, la prima tentazione da vincere è utilizzare la fotocamera completamente in automatico, la seconda è quella di usare flash integrato nel corpo macchina perchè “basta e avanza”. In realtà, come usando gli automatismi non si avrà mai il massimo del potenziale di una macchina, usando un flash integrato si avrà solo una illuminazione del soggetto, ma con una qualità mediocre. Se si vogliono vincere alti contrasti tra le ombre, e avere una foto con profondità ed illuminazione naturale si deve scegliere un flash esterno, capace, sulla carta, di buone prestazioni come il Yongnuo 568 EX II che abbiamo messo alla prova nei giorni scorsi,

Yongnuo 568 EX II com’è fatto

Questo accessorio è di produzione cinese ma al contrario di altri dispositivi simili, si è conquistato un grande numero di estimatori anche nei forum specializzati in fotografia, per l’eccellente rapporto tra qualità e prestazioni. Il Yongnuo 568 EX II balza all’occhio prima di tutto per il prezzo, quello di un flash di basso livello, ma in molti concordano che una volta messo alla prova si deve cambiare del tutto opinione sul concetto di “cineseria”.  Lo Yongnuo 568 EX II è l’equivalente del più costoso Canon Speedlite 580 EX II; offre, sulla carta, le stesse funzioni ad un prezzo tre volte inferiore ed una qualità costruttiva che, sebbene non sia paragonabile ai modelli top di casa Canon, è decisamente elevata.

Una volta aperta la scatola Amazon e messe le mani sulla confezione vera e propria, nera e dorata, ci accoglie il flash, ben custodito all’interno della sacca in tela imbottita, perfetta per trasportarlo nello zaino durante le uscite, sicuri che sia protetto da piccoli urti. All’interno della sacca, in una piccola tasca troviamo una piccola base che si aggancia al flash e permette di mantenerlo in posizione eretta su una superficie piana; inoltre sulla piastra, è presente un foro con la classica filettatura per l’aggancio su treppiede, come detto in precedenza per un utilizzo eventualmente off-camera. Non manca il manuale delle istruzioni, in cinese ed inglese, utile per comprendere rapidamente il funzionamento delle varie funzioni anche se, come scopriremo più avanti con i nostri test, non è fondamentale nella riuscita delle fotografie.

Recensione Yongnuo 568 EX II

Dal punto di vosta costruttivo, si percepisce subito che il flash vale più di quel che si spende per acquistarlo. La plastica di cui è composto è solida, più di quanto ci si aspetti. Lo Yongnuo non ha nulla da invidiare ai flash Canon (abbiamo avuto la possibuilità di confrontarlo con Canon  Speedlight 430 di un amico) che sono solitamente molto solidi e ben costruiti, ma non più di quello cinese. Anche i pulsanti, così come il sistema per ruotare il flash ed i contatti che si agganciano alla slitta della reflex, sono molto piacevoli e  precisi e l’impressione in generale è quella di qualche cosa di costruito per durare nel tempo.

Il flash misura 18,5 x 5,5 x 4,5 centimetri pesa 385 grammi, non pochi ma in linea con quello delle soluzioni concorrenti, il che è un vantaggio che si aggiunge alla sensazione di solidità di cui abbiamo scritto poc’anzi. Da un lato troviamo lo sportello per inserire quattro batterie stilo AA necessarie per alimentarlo, dall’altro l’ingresso PC port. Frontalmente troviamo i sensori infrarossi per il controllo off-camera tramite flash pop-up oltre ai LED di messa a fuoco, sul retro un ampio display per tenere sotto controllo le varie impostazioni selezionabili attraverso i diversi pulsanti multi-funzione. Abbiamo trovato molto comoda la luce per retroilluminare il flash di sera o in condizioni di scarsa illuminazione, così come il pulsante PILOT per lanciare lampi di prova. Sulla base infine una rotella in plastica permette di fissare saldamente il flash alla slitta della reflex. Questa forse è l’unica parte che stona un po’ con il resto in quanto la qualità costruttiva risulta, almeno al tatto, inferiore rispetto alla plastica che compone il flash. Ad ogni modo stringe bene e non ha dato alcun cenno di cedimento nelle nostre settimane di test.

Yongnuo 568 EX II come funziona e test sul campo

Il flash può funzionare in tutte e tre le modalità classiche conosciute: E-TTL, Manual e Multi. Senza approfondire il discorso, vi diciamo semplicemente che la prima può essere usata quando si inserisce il flash sulla slitta della reflex, oppure se lo si comanda attraverso dei trigger o un collegamento diretto a distanza via cavo ed è la modalità più utilizzata da chi si avvicina per la prima volta ad un flash del genere, chi non ha tempo per impostare manualmente i valori per ogni foto oppure per chi vuole poterlo usare efficacemente fin da subito senza neanche aprire il manuale. Grazie all’E-TTL infatti il flash è in grado di valutare automaticamente il tipo di luce migliore per illuminare il soggetto in base alle condizioni di illuminazione della scena.

Non avendo dei trigger a disposizione, abbiamo inserito le batterie all’interno del flash, collegandolo poi alla slitta della fotocamera ed abbiamo scattato  immediatamente due fotografie di prova, che presentiamo di seguito. Senza conoscere nulla sui flash ma semplicemente selezionando la modalità E-TTL tramite la singola pressione del tasto Mode fino alla modalità desiderata, è stato possibile ottenere fotografie perfettamente esposte e ben illuminate in due situazioni in cui c’era poca luce nella stanza: fotografie che, senza flash, sarebbero venute scure, oppure incredibilmente piatte e poco interessanti utilizzando il flash pop-up in camera. Le foto di fatto non sembrano neanche illuminate da un flash, offrendo colori naturali e il più vicino possibile alla realtà.

Yuri Di Prodo, Macitynet © 2014 - IMG_0246 Yuri Di Prodo, Macitynet © 2014 - IMG_0249

A fare la differenza, quando si utilizza questa tipologia di flash, è la possibilità di orientare il lampo verso l’alto. Se infatti ci si trova all’interno di una stanza dove il soffitto non è troppo alto (in Chiesa ad esempio potrebbe non bastare) la luce di rimbalzo creata dal flash permette di illuminare il soggetto senza creare ombre dure, ma garantendo un’ottima illuminazione di tutto l’ambiente e del soggetto fotografato.

Nell’esempio riportato poco fa, oltre ad aver per l’appunto orientato il flash verso il soffitto, abbiamo estratto il diffusore: si tratta di un piccolo ma fondamentale accessorio presente in ogni flash, compreso lo Yongnuo dei test, che rende ancora più morbida la luce e ne aumenta il raggio di illuminazione. Se infatti è possibile variare il tipo di illuminazione da 24mm (grandangolo) a 105mm (medio-tele), estraendo il diffusore anche se ci si trova in E-TTL, il flash segnalerà automaticamente il valore 14mm sul display, confermando che mediante tale accessorio il raggio di luce sarà ancora più ampio.

Conclusioni

Perché lo Yongnuo 568 EX II è il miglior flash che un fotografo amatore o professionista potrebbe acquistare? Per rispondere a questa domanda non sono sufficienti i nostri test, eseguiti da chi si ritiene un semplice fotografo appassionato a cui manca senz’altro l’esperienza di chi invece, con i flash, lavora da anni, ma vanno aggiunti al conto diversi fattori da valutare singolarmente.

Innanzitutto, costruttivamente non ha nulla da invidiare ad altri flash ben più costosi. In aggiunta, il 568 EX II è la versione che possiamo definire completa, in quanto integra tutte le funzioni che si possono trovare in un qualsiasi flash. Sebbene infatti non è detto che le usiate tutte, almeno nei primi tempi, è molto probabile che l’esperienza vi porti a desiderare qualcosa in più, che in flash ancora più economici, non troverete, costringendovi quindi ad effettuare alla lunga un ulteriore acquisto che invece con lo Yongnuo 568 EX II non sarà necessario.

Lo YN568 EX II integra tra gli altri la funzione Master (unica differenza rispetto alla versione 568 EX), che permette sostanzialmente di controllare altri flash impostati in modalità Slave. Se quindi in futuro deciderete di acquistare flash più economici, avrete la certezza di poterli controllare tramite questo flash senza doverlo sostituire con una versione migliore. Eventualmente, se avete già un flash Master, potrete impostare il flash in oggetto anche in modalità Slave. L’elevata compatibilità è un altro punto a favore di questo flash, non solo con i più diffusi corpi Canon (Canon serie 1Ds, serie 1D, 5D, 5DII, 7D, 20D, 30D, 40D, 50D, 60D, 350D, 400D/XTi, 450D/XSi, 500D/T1i, 550D/T2i, 600D/T3i, 1000D, 1100D) ma anche con i trigger Yongnuo 622C, tra i migliori in rapporto qualità/prezzo. Spesso chi acquista il flash aggiunge anche la coppia di trigger in questione per cominciare fin da subito a sfruttarlo in E-TTL off-camera, magari su cavalletto, ottenendo così risultati soddisfacenti con un solo flash.

Nel nostro caso abbiamo temporeggiato perché più interessati a valutare l’effettiva efficacia rispetto al flash pop-up in camera, ben ripagata, come spiegato in precedenza, utilizzandolo come luce di rimbalzo. Se infatti le foto fatte con il flash integrato nella macchina non offrono risultati affatto migliori, costringendo spesso l’utente a preferire ISO più alti, parallelamente ad un aumento del rumore, piuttosto che a foto meno rumorose ma piatte e poco interessanti, l’utilizzo dello Yongnuo 568 EX II anche solo orientato verso l’alto invece che diretto verso il soggetto fa sì che le foto non abbiano più soggetti troppo illuminati su sfondi sottoesposti o quasi neri, favorendo ISO bassi per un minor rumore sul risultato finale.

A favore di questo modello ci sono anche le funzioni HSS, lo scatto sulla seconda tendina ed altre feature che garantiscono la riuscita di scatti in particolari condizioni di luce impossibili da ottenere con altri flash più economici. In sintesi: loYN568 EX II ha tutto quello che troviamo nei modelli top di Canon ma ad un prezzo molto più economico e senza rinunciare alla qualità costruttiva, unico punto di forza che spesso fanno preferite i Canon rispetto ai flash cinesi.

Perché comprare questo modello è quindi più che ovvio: per la nostra esperienza si tratta della soluzione migliore in rapporto funzioni/qualità/prezzo sia per l’utente estraneo al “mondo del flash”, sia per chi ne ha già qualcuno e vuole acquistare il flash ‘principale’ ad un prezzo concorrenziale e chi, come chi scrive, si avvicina per la prima volta all’uso del flash e punta, nel corso degli anni, a migliorare la propria tecnica senza dover più spendere nell’acquisto di prodotti ‘migliori’.

Recensione Yongnuo 568 EX II

Prezzo al pubblico: Come ripetuto più volte nel corso della recensione, a favore dello Yongnuo 568 EX II c’è senz’altro il prezzo di vendita. Lo si trova anche su Amazon, distribuito da venditori terzi intorno ai 120-130 euro, come nel caso di Andoer, venditore che abbiamo preferito anche per altri prodotti in passato in quanto a noi noto per l’affidabilità e la velocità nella spedizione.

Pro

  • Rapporto qualità/funzioni/prezzo imbattibile
  • Qualità costruttiva impeccabile
  • Compatibile con gran parte delle fotocamere Canon e diversi trigger, compresi i più diffusi Yongnuo 622C
  • Integra tutte le funzioni dei top di gamma, quali Master, Slave, HSS, scatto su seconda tendina, ecc.
  • Funziona anche in E-TTL, dove si può compensare manualmente l’esposizione fino a 5 stop
  • Ha un suono per la conferma della corretta messa a fuoco
  • Ha i laser per una migliore messa a fuoco in situazioni di scarsa luminosità senza pre-lampi
  • Integra il diffusore 14mm
  • Ha una sacca per il trasporto, una base per poggiarlo su superfici piane con aggancio per treppiede

Contro

  • La rotella di blocco sulla slitta non è qualitativamente paragonabile al resto del flash

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Offerte Speciali

Nuovo Apple Watch SE già in forte sconto su Amazon

Minimo Apple Watch SE Cellular 44mm, solo 249€

Su Amazon Apple Watch SE torna al minimo storico. Ribasso di 70€ per la versione Cellular da 44mm, prezzo di solo 249 €
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità