Sto caricando altre schede...

Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Hardware e Periferiche » HomeKit, rigorose richieste nella certificazione stanno rallentando l’adozione sul mercato della tecnologia?

HomeKit, rigorose richieste nella certificazione stanno rallentando l’adozione sul mercato della tecnologia?

Pubblicità

Il ritmo lento con il quale la compatibilità con la tecnologia HomeKit di Apple si sta diffondendo, è colpa di alcuni cambiamenti all’ultimo minuto voluti da Apple sul versante sicurezza, incluso un procedimento di certificazione hardware e modifiche nell’ecosistema di networking.

Ne parla The Register citando fonti industriali le quali avrebbero riferito che Apple, per motivi di sicurezza, richiede ai produttori hardware di sfruttare chipset certificati HomeKit e firmware specializzati, aumentando i costi di costruzione e in alcuni casi avrebbero obbligato a variazioni di progettazione. Sebbene non sia da escludere, appare improbabile che Apple abbia integrato modifiche all’ultimo minuto in protocolli e procedure che dovrebbero essere standardizzate da tempo, salvo che non sia stato fondamentale farlo esclusivamente per motivi di sicurezza.

Il programma HomeKit era stato finalizzato a novembre dello scorso anno, in concomitanza con l’arrivo di chip specializzati di Broadcom e Texas Instruments, due delle tre società (l’altra è Marvell) che forniscono componenti Bluetooth e WiFi integrabili nei dispositivi per la smart-home compatibili HomeKit. Broadcom ha recentemente annunciato che la sua piattaforma Wireless Internet Connectivity for Embedded Devices (WICED) è stata completamente approvata da Apple per l’uso con HomeKit.

Secondo The Register, Apple non vuole che i dispositivi sfruttino funzionalità di comunicazione ad hoc, ma vuole che i comandi passino da iCloud e Apple TV, aspetto fondamentale per il da tempo vociferato hub di controllo digitale che permetterebbe il controllo delle funzioni anche da remoto. Il sito internet britannico riferisce anche che Apple è al lavoro su un range extender per trasportare il segnale da una Apple TV sfruttata come hub.

La tecnologia HomeKit è stata presentata la prima volta a giugno de 2014 nel corso dell’annuale Worldwide Developers Conference. HomeKit connette in modo sicuro gli apparecchi di casa, per gestire luci, termostati, chiusura e apertura di porte e garage, ecc. Grazie a un protocollo comune, la tecnologia di Apple offre un abbinamento sicuro degli apparecchi e la possibilità di controllare gruppi o singoli apparecchi in tutta la casa anche sfruttando la tecnologia di riconoscimento vocale Siri.

Homekit e HAP

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Risparmio da 300€ per MacBook Air M2, solo 975 euro

Amazon sconta sullo sconto Apple per il MacBook Air M2 da 256 GB: lo pagate solo 975 euro. 300 meno del prezzo di ufficiale con uno sconto del 19%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità