fbpx
Home Macity Apple History & Lifestyle Tim Cook parla di razzismo e uguaglianza nella lettera aperta su George...

Tim Cook parla di razzismo e uguaglianza nella lettera aperta su George Floyd

L’amministratore delegato di Apple è sempre intervenuto sugli eventi che più hanno sconvolto gli USA e il mondo, soprattutto quando si tratta di diritti umani, uguaglianza e diversità e ambiente, così non sorprende la lettera aperta di Tim Cook sulla morta di George Floyd pubblicata in queste ore nel sito web di Apple negli USA.

Tim Cook non usa mezzi termini e condanna l’uccisione come un «Assassinio insensato»: un lungo messaggio che permette di comprendere meglio la situazione attuale in USA in merito al razzismo, ufficialmente e legamente cancellato dalle leggi e dalle istituzioni da anni, ma che purtroppo rimane ancora praticato e vissuto nella vita quotidiana, subito dalle comunità di colore a scuola, nella sanità, sul lavoro.

Qui di seguito riportiamo il testo integrale della lettera aperta di Tim Cook sulla morte di George Floyd, un’analisi della situazione e del sentimento vissuti in questi giorni in USA che, secondo il dirigente di Cupertino, può essere superato solo con l’unione tra le persone, l’uguaglianza e il perseguimento di un ideale più alto per tutta la società:

cook george floyd

In questo momento, c’è un dolore profondamente inciso nell’anima della nostra nazione e nei cuori di milioni. Per stare insieme, dobbiamo difenderci l’un l’altro e riconoscere la paura, il dolore e l’indignazione giustamente provocati dall’uccisione insensata di George Floyd e da una storia molto più lunga di razzismo.

Quel doloroso passato è ancora presente oggi – non solo sotto forma di violenza, ma nell’esperienza quotidiana della discriminazione profondamente radicata. Lo vediamo nel nostro sistema di giustizia penale, nel numero sproporzionato di malattie sulle comunità nere e mulatte, nelle disuguaglianze nei servizi di vicinato e nell’educazione ricevuta dai nostri figli.

Mentre le nostre leggi sono cambiate, la realtà è che le loro protezioni non sono ancora applicate universalmente. Abbiamo visto progressi da quando sono cresciuto in America, ma è altrettanto vero che le comunità di colore continuano a subire discriminazioni e traumi.

Ho sentito da così tanti che avete paura: paura nelle vostre comunità, paura nella vostra vita quotidiana e, soprattutto, crudelmente nella vostra pelle. Non possiamo avere una società degna di essere celebrata se non possiamo garantire la libertà dalla paura per ogni persona che dà a questo paese il loro amore, lavoro e vita.

In Apple, la nostra missione è stata e sarà sempre quella di creare una tecnologia che permetta alle persone di cambiare il mondo in meglio. Abbiamo sempre tratto forza dalla diversità, accolto le persone di ogni estrazione sociale nei nostri negozi in tutto il mondo e abbiamo cercato di costruire una Apple che includa tutti.

Ma dobbiamo fare di più. Ci impegniamo a continuare il nostro lavoro per portare risorse e tecnologie critiche nei sistemi scolastici scarsamente serviti. Ci impegniamo a continuare a combattere le forze dell’ingiustizia ambientale – come i cambiamenti climatici – che danneggiano in modo sproporzionato le comunità nere e altre comunità di colore. Ci impegniamo a guardarci dentro e a spingere i progressi verso l’inclusione e la diversità, in modo che ogni grande idea possa essere ascoltata. E stiamo donando a organizzazioni tra cui la Equal Justice Initiative, che sfidano l’ingiustizia razziale e l’incarcerazione di massa.

Per creare un cambiamento, dobbiamo riesaminare i nostri punti di vista e le nostre azioni alla luce di un dolore profondamente sentito ma troppo spesso ignorato. Le questioni della dignità umana non rimarranno in piedi a margine. Per la comunità nera – vi vediamo. Voi siete importanti e le vostre vite contano.

Questo è un momento in cui molte persone potrebbero desiderare nient’altro che un ritorno alla normalità o uno status quo che sia comodo solo se distolgiamo lo sguardo dall’ingiustizia. Per quanto sia difficile ammetterlo, quel desiderio è esso stesso un segno di privilegio. La morte di George Floyd è una prova sconvolgente e tragica che dobbiamo mirare molto più in alto di un futuro “normale” e costruirne uno che sia all’altezza dei più alti ideali di uguaglianza e giustizia.

Nelle parole di Martin Luther King «Ogni società ha i suoi protettori dello status quo e le sue fraternità degli indifferenti che sono noti per dormire attraverso le rivoluzioni. Oggi, la nostra stessa sopravvivenza dipende dalla nostra capacità di rimanere svegli, di adattarci a nuove idee, di rimanere vigili e di affrontare la sfida del cambiamento».

Con ogni respiro che facciamo, dobbiamo impegnarci per essere quel cambiamento e per creare un mondo migliore, più giusto per tutti.

La lettera aperta di Tim Cook sull’uccisione di George Floyd è pubblicata integralmente e in lingua originale sulla home page del sito web Apple degli Stati Uniti. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Tim Cook e di Apple sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

iPhone 11 Pro 64GB al prezzo minimo storico: solo 969 €, risparmiate 220 euro!|

Torna la grande promozione su Amazon: iPhone 11 Pro 64 Gb scende al prezzo minimo della sua storia. Lo pagate: solo 969 euro invece che 1189 €
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,539FansMi piace
94,158FollowerSegui