HomeMacityHardware e PerifericheUn supercomputer a base di iMac

Un supercomputer a base di iMac

Per ottenere prestazioni decisamente superiori a qualsiasi computer unico, la strada da seguire è sicuramente quella dei cluster, una serie di computer che grazie ad un sistema operativo appositamente sviluppato (tipicamente linux) riesce a far lavorare più macchine in parallelo, moltiplicando per il numero di CPU presenti la potenza di calcolo del sistema.
Questo è quanto è stato fatto con una serie di iMac a cui è stato tolto il monitor e ne è stata utilizzata la scheda logica: ogni unità  è composta da 8 schede logiche di iMac, coordinate dal software sviluppato da TerraSoft, ed ha un prezzo di 17,900 dollari, tutto sommato non tantissimo se pensiamo alle prestazioni in grado di ottenere. Le macchine sono destinate naturalmente a scopi prettamente professionali: ISP, laboratori di ricerca, acquisizione dati ed in generale utilizzi con necessità  di grosse capacità  di calcolo. Interessante la caratteristica di silenziosità  del sistema, pur non potendo mantenere l’assenza di ventole interne, il basso calore generato dalle CPU permette di adottare un sistema di raffreddamento relativamente compatto e silenzioso, certamente più silenzioso di analoghe soluzioni con similari potenze di calcolo.

Offerte Speciali

MacBook Pro M2 oggi è il primo giorno di disponibilità

MacBook Pro 14 e 16 e MacBook Air, disponibilità immediata e sconti

Su Amazon si trovano diversi MacBook Air e MacBook Pro in pronta spedizione e in sconto. Ecco i migliori affari di oggi
Articolo precedenteDigidesign in regalo.
Articolo successivoEXPO:grande folla nel salone
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial