fbpx
Home Hi-Tech Audio / Video / TV / Streaming YouTube abbassa la risoluzione dei video per un mese

YouTube abbassa la risoluzione dei video per un mese

Come già annunciato negli scorsi giorni, i video su Youtube saranno tutti in bassa risoluzione: ora la divisione video di Big G informa che questa policy rimarrà valida per un mese, offrendo ulteriori dettagli. YouTube ha stabilito che per tutti gli utenti, i video non partiranno in alta qualità, avvisando che non saranno nitidi e dettagliati come gli utenti sono abituati a vedere tramite la piattaforma streaming di Google. A partire dal 24 marzo tutti i video saranno riprodotti in definizione standard e questa sarà l’impostazione predefinita almeno fino al 24 aprile.

La decisione di YouTube segue le misure adottate temporaneamente anche dalle altre prinipali piattaforme di streaming, che per ridurre l’uso della banda durante l’epidemia di Coronavirus, hanno limitato la qualità dei video: Apple, Facebook, Disney, Netflix. Netflix è stata la prima a rispondere all’appello riducendo la qualità delle proprie trasmissioni in rete: per 30 giorni lo streaming di Netflix sarà disponibile in Europa solo in qualità standard e non in alta risoluzione. La società prevede che in questo modo si dovrebbe ridurre del 25% il traffico dati della sua piattaforma.

Gà a partire dal 20 marzo 2020, infatti, l’Unione europea aveva chiesto ai colossi dello streaming di ridurre la qualità video per evitare di congestionare le reti dati: dopo Netflix, anche YouTube ha dunque risposto all’appello riducendo la qualità video per l’emergenza coronavirus.

Violazione della privacy dei bambini su YouTube, Google si accorda per una multa milionaria

Per chi avesse bisogno di vedere un video in alta risoluzione su YouTube c’è ancora una possibilità: potrà aumentare manualmente la risoluzione modificando le impostazioni. Google, insomma, sta lavorando a stretto contatto con i governi e gli operatori della rete di tutto il mondo per ridurre al minimo lo stress delle reti dati in questa situazione di emergenza. 

Poiché sempre più persone in diversi stati restano a casa per limitare la diffusione del COVID-19, l’uso dello streaming video è aumentato in maniera sensibile in molte aree del mondo, con l’Italia in prima fila. Le reti telefoniche e dati stanno registrando traffico intenso per lo smart working, le lezioni scolastiche da casa, videogiochi e naturalmente anche per i servizi di musica e video online.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Netflix, Youtube e in generale dello streaming sono disponibili ai rispettivi collegamenti. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di coronavirus e sull’impatto sul mondo della tecnologia sono disponibili da questa pagina.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,883FansMi piace
93,611FollowerSegui