Addio ai PowerMac G4 server tower

di |
logomacitynet696wide

Alla comparsa dei nuovi G4 corrisponde un addio, quello dei vecchi server tower. Ma i nostalgici hanno la possibilità  di ‘€œcostruirsi’€ ugualmente una macchina per le reti, senza ricorrere ad Xserve.

La nascita dei nuovi G4 di ieri ha portato anche ad un addio: quello dei server ‘€œtradizionali’€ di Apple.

Scompaiono, probabilmente per sempre, le macchine tower e studiate appositamente per gestire le reti che Cupertino continuava a mantenere a listino nonostante il lancio la scorsa primavera di Xserve. Chi vorrà , quindi, avere a disposizione una CPU con caratteristiche specifiche server dovrà  rivolgersi proprio ad Xserve.

La scelta è pienamente comprensibile. Ormai i tower server erano del tutto simili ai normali desktop. I piccoli dettagli di differenza potevano essere colmati con la customizzazione consentita sia da Apple Store che dai rivenditori e aveva ormai ben poco senso mantenerli a listino.

Chi è nostalgico dell’€™utilizzo del particolare ‘€œformat’€ stilistico e non intenzione di rivolgersi ad Xserve, in ogni caso, è perfettamente in grado di costruirsi un server tower proprio sfruttando le attuali possibilità  di custumizzazione. Apple ha anche messo on line un pop-up che permette di acquistare la versione server di Mac OS X per tutti i G4 che ora, per giunta, sfruttano l’€™architettura di Xserve.

E’€™ però molto probabile che saranno pochi i clienti che si orienteranno su questa scelta, preferendo, nel caso abbiano realmente bisogno di una macchina per le reti, la potenza, la flessibilità  e le dimensioni standard di Xserve.