Apple chiama gli sviluppatori UNIX

di |
logomacitynet696wide

Dopo i proclami e gli annunci tutti rivolti al mondo UNIX, chiamato a raccolta sotto l’€™ala di Mac OS X, Apple fa un altro passo. On line una guida per portare applicazioni UNIX verso il nuovo sistema operativo.

Uno degli annunci più interessanti della scorsa WWDC sono stati i dati inerenti i nuovi sviluppatori che si sono avvicinati alla piattaforma dal momento in cui è iniziata la transizione verso Mac OS X.
Di questi, secondo Apple, la metà  sono professionisti e realtà  commerciali che hanno lavorato o nel mondo Java o nel mondo UNIX.
I risultati, come si vede dalle nostre segnalazioni di questi giorni, sono evidenti sia nel campo scientifico/tecnico che in quello del video digitale vediamo sempre piu’ prodotti “portati” da altri sistemi operativi dotarsi di compatibilita’ Mac.

Speranze che anche Apple coltiva e cerca di favorire nella loro concretizzazione come si evince dalle continue sottolineature sulle radici UNIX del suo sistema operativo e dal lavoro che i suoi responsabili stanno compiendo nei confronti delle terze parti per convincerle della facilità  con cui si possono portare prodotti per UNIX su Mac OS X.

L’€™ultimo sforzo in linea temporale di questa strategia è comparso on line durante la giornata di ieri quando Apple ha allestito nel suo sito dedicato agli sviluppatori una guida schematica al port di applicazioni UNIX verso Mac OS X.
Il documento fornisce aiuto a tutti coloro che intendo portare prodotti UNIX verso Mac OS X, presenta le informazioni di base necessarie e gli argomenti principali di cui occuparsi in questo processo. Vengono anche illustrati schematicamente i vantaggi essenziali di Mac OS X rispetto a UNIX e che possono essere aggiunti ad un’€™applicazione nel corso del porting.
Una semplice guida introduttiva, viene definita da Apple, ma di sicuro interesse per il grande numero di coloro che lavorano con UNIX ma cominciano a guardare a Mac come ad un buon modo per espandere il loro business verso aree, come quella consumer e grafica, dove per ora UNIX ha ancora poco appeal.
Il documento e’ consultabile offline anche in un comodo formato PDF