Bill Gates ci ama

di |
logomacitynet696wide

Perchè Microsoft sviluppa prodotti per Mac? Perchè Bill Gates ci ama e soffre quando non abbiamo il software che ci serve. Lo sostiene il responsabile della unità  MacOs di Microsoft che però espone anche altri motivi pregnanti. Il fatto, ad esempio, che il settore Mac di Redmond produce, in proporzione, più profitti di ogni altra divisione

Mezzo milione di copie vendute dallo scorso ottobre. Tanto ha venduto Office 2001 per Mac. Un vero successo, dunque, un risultato tale da spingere la stessa Microsoft a sbilanciarsi in commenti più che soddisfatti. “L’unità  che lavora ai prodotti Mac – ha detto Kevin Browne, il responsabile del settore, in una intervista a C/Net – ha un alto indice di produttività  e il software per Mac determina un ottimo profitto. Siamo molto contenti di come vanno le cose nei prodotti per MacOs”L’intervista, molto dettagliata, è sorprendentemente un vero e proprio “peana” al mondo Mac, al suo sistema operativo e ai suoi utenti e contiene anche interessanti indicazioni sul cammino intrapreso a Redmon in prospettiva futura, ovvero in chiave MacOs X. Browne conferma che Office per Os X sarà  rilasciato ad ottobre dopo un lavoro che sarà  durato 12 mesi. “I lavoro non è stato rapido – dicono ancora alla Microsoft – perchè si tratta di un sistema operativo radicalmente nuovo. Lo stesso gruppo che ha operato sull’applicazione ha dovuto adeguarsi al nuovo Os”. Tra le difficoltà  da superare non c’è stato solo il codice in se stesso, che presentava nuove sfide, ma anche l’aspetto grafico che è stato ridisegnato e adeguato a quello proposto da Apple.In futuro però le possibilità  di interazione tra mondo Win e mondo Mac, in particolare il porting di applicazioni, potrebbe essere più facile. “La struttura di base del sistema operativo di Apple – ha detto a C/Net Robert Enderle di Giga Information Group – è ora molto più simile a quella di Windows 2000 di quanto non lo fosse in precedenza”, una testi confermata anche da Browne. “Il nostro obbiettivo – ha detto il capo della unità  Mac – è di fornire anche ai prodotti per MacOs le stesse caratteristiche che hanno quelli per Windows. Ad esempio pensiamo di offrire gli stessi servizi che verranno dal progetto .Net (un sistema che dovrebbe di fatto trasformare il software in servizi forniti via Internet con affitto di applicazioni e download di informazioni e applicativi NDR) anche se al momento è troppo presto per dire che come questo scopo verrà  raggiunto”Una unità  che produce profitti, dunque, e che ha prospettive di crescita quella che si dedica al software Mac in Microsoft. Due elementi che paiono contraddire chi pensa che a Redmond il vero scopo per cui ancora si lavora a prodotti per l’universo della Mela sono altri, come ad esempio togliere pressione legale sul business delle Finestre, accusati di monopolismo illegale. Ad avanzare il sospetto l’appena citato Robert Enderle “Si è vero, si tratta di una unità  che produce profitti, ma conoscendo Microsoft, non fosse stato per il processo, sarebbero stati propensi a lascia languire il mercato Mac”. Una accusa respinta da Browne che ribadisce il concetto secondo cui “il bilancio in attivo e non i motivi “politici” sono alla base dell’interesse per il MacOs. Non si possono fare affari pensando alle corti di giustizia”.Browne poi lascia per il finale l’affermazione più sorprendente e forse più discutibile: “Bill Gates è un grande fan del Mac. C’è un posto speciale per la piattaforma nel suo cuore e soffre quando vede i nostri clienti a disagio”.