Buon sangue non mente

di |
logomacitynet696wide

Il Pentium 4 è di nuona famiglia. Come i suoi predecessori aveva un bug. “Ma ce ne siamo accorti in tempo e l’abbiamo riparato prima che arrivasse nelle mani dei consumatori”, dicono a Santa Clara.

Intel ha l’ha immediatamente riparato e garantisce che nessuno dei Pentium 4 in commercio darà  problemi, ma la notizia resta: il nuovo chip di della società  di Santa Clara aveva un bug che in condizioni particolari avrebbe determinato errori di calcolo e blocchi del sistema.
A confermare la notizia gli stessi responsabili di Intel secondo i quali il baco era stato scoperto nel processo di test finale del Pentium 4. “Ci siamo accorti – ha dichiarato ad alcuni giornali americani un portavoce di Intel – che il Bios necessitava di un update che abbiamo eseguito”. Sfortuna ha voluto che alcune (pare non poche) unità  del chip fossero già  in mano ai produttori, pronte per la commercializzazione. Così Intel ha dovuto pregare gli OEM di applicare il patch su macchine già  assemblate e chip in attesa di finire sulle schede madri.
In passato Intel si è guadagnata cattiva fama per avere distribuito processori con gravi bugs. Il più noto fu quello che afflisse i possessori dei primi Pentium del quale i tecnici della società  si accorsero solo ben dopo l’inizio della commercializzazione del prodotto. Più recentemente Intel ha ritirato dal commercio un chipset afflitto da un problema determinato dalla compatibilità  con le memorie Rambus e il suo Pentium da 1.133 GHz che un altro bug non faceva funzionare come esso doveva.