Ceatec’10: la sfera di cristallo esiste ed è olografica

di |
logomacitynet696wide

Letteralmente incastrato tra i grandi stand delle multinazionali la piccola area espositiva di Holoart è sempre circondata da visitatori curiosi e sorridenti. Il motivo? Grazie all’olografia Holoart espone delle vere sfere di cristallo, con tanto di visuale simil 3D. Ecco come le favole prendono vita alla fiera dell’elettronica del Sol Levante.

Oltre ai grandi nomi dell’elettronica mondiale al Ceatec sono presenti anche numerose piccole società con stand più modesti ma spesso interessanti. Macitynet si è imbattuta per caso in una serie di vere sfere di cristallo presentate dalla giapponese Holoart. Si tratta di lampade in grado di riprodurre immagini e oggetti con una visione simile al 3D. Pur ricordando molto da vicino le lampade di cristallo delle favole e della letteratura fantastica si tratta di una soluzione basata sull’olografia. Ogni lampada, al Ceatec ne sono esposti alcuni modelli di dimensioni diverse, funge da schermo a 360 gradi per un fascio di proiezione che viene emesso dalla base di sostegno.

Completamente diverso invece l’effetto ottico del braciere con i pezzi di legno e carbone, fiamma inclusa visibile nell’ultima immaginie. La proiezione in questo caso è generata da uno schermo speciale posto sullo sfondo: grazie ad alcune lenti e a un effetto ottico l’immagine della fiamma su schermo sembra provenire direttamente dal braciere. Una serie di prodotti non proprio utili e, per i visitatori occidentali, in puro stile orientale ciò nonostante affascinanti. Il piccolo stand di Holoart è sempre circondato da sguardi curiosi e da sorrisi, indipendentemente dalla provenienza dei visitatori. Per mettere le mani sulla vera lampada di cristallo bisogna essere disposti a corrispondere un prezzo non proprio magico: oltre 2mila euro per il modello più piccolo e fino a 800.000 yen, cioè quasi 7mila euro per il modello più grande.
holoartholoartholoart